Piemonte, presto mascherine obbligatorie. Cirio: Ne distribuiremo 5 milioni"
Piemonte, presto mascherine obbligatorie. Cirio: Ne distribuiremo 5 milioni"

Sono stati spesi sei milioni di euro per l'approvvigionamento, frutto di donazioni ricevute dalla Regione

Cinque milioni di mascherine a disposizione della popolazione. La Regione Piemonte si appresta a gestire la Fase 2, quella della ripartenza, con un intervento massiccio per gestire la sicurezza di chi finalmente potrà rimettere il naso fuori di casa: i 6 milioni di euro spesi per l'acquisto del materiale protettivo, lasciano pensare a un uso massiccio. “Al momento però non c'è ancora l'obbligatorietà”, hanno fatto sapere, anche se il modello resta quello della Lombardia. E se il governatore Alberto Cirtio, l'assessore alla Sanità Luigi Icardi e l'assessore alla Protezione Civile Mario Gabusi, sono abbastanza chiari: «Abbiamo pronto l’acquisto di 5 milioni di mascherine lavabili per tutti i piemontesi. Ad aggiudicarsi la gara realizzata attraverso SCR sono state tre aziende del Piemonte. Insieme a Poste italiane e alle associazioni che rappresentano gli enti locali stiamo definendo le modalità migliori per organizzare la distribuzione alle famiglie su tutto il territorio. Ringraziamo tutti i Capigruppo del Consiglio regionale per la sensibilità dimostrata e la generosità di chi ci ha permesso con le proprie donazioni di coprire la spesa. Prima di rendere le mascherine obbligatorie era, infatti, fondamentale poterle garantire a tutti, ancor più in vista della fase di ripartenza».

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata