Coronavirus: in Italia calano ancora i contagi ma resta alto il numero dei decessi
Coronavirus: in Italia calano ancora i contagi ma resta alto il numero dei decessi

602 i morti nelle ultime 24. Crescono di 675 unità gli attualmente positivi ma è basso il numero dei tamponi. Calano ancora i pazienti in terapia intensiva

Continua il calo dei nuovi casi di coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore i positivi sono cresciuti di 675 unità contro le 1.363 di ieri con il totale delle persone attualmente malate che supera quota 104 mila. I contagi totali salgono a 162.488 (+2.972 rispetto a ieri). Dati però influenzati da un basso numero di tamponi: solo 26.779. Torna molto alto invece il numero dei decessi: nelle ultime 24 ore sono stati 602 per un totale che supera le 21 mila unità. Aumentano ancora i guariti (+1.695) e per l'undicesimo giorno di fila diminuiscono i pazienti in terapia intensiva (74 in meno rispetto a ieri)

In Lombardia, che resta la regione più colpita, ci sono 1.012 positivi in più con i decessi che toccano la quota di 11.412 (241 in più di ieri). Anche nella regione lombarda calano le persone in terapia intensiva, -21.

In particolare nella provincia di Milano ci sono stati 189 nuovi casi contro i 481 di ieri, e a Milano città 57 contro i 296 di ieri. Anche a Bergamo dati in calo, con 35 nuovi casi contro gli 82 di ieri. Dati in linea invece a Brescia, con 125 nuovi casi mentre ieri erano 100. In totale a Milano e provincia ci sono 14.350 positivi.

"Regione Lombardia per prima ha chiesto misure rigide di rallentamento della vita sociale e blocco delle attività aggregative, commerciali, professionali. Tutto questo ha prodotto un grande risultato", ha detto l'assessore al Welfare lombardo, Giulio Gallera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata