Coronavirus, frenano leggermente contagi e deceduti: 3.957 e 651.  Borrelli: "Non abbassiamo la guardia"
Coronavirus, frenano leggermente contagi e deceduti: 3.957 e 651. Borrelli: "Non abbassiamo la guardia"

I nuovi dati nel bollettino della Protezione Civile: contagi a 48mila.  il numero uno della Pc: "Infettati 12 colleghi, subito adottate misure necessarie"

 

Calano, leggermente, contagi da Coronavirus e morti nelle ultime 24 ore nel nostro Paese. A comunicarlo è stato il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli nel consueto punto stampa. I dati parlano chiaro: si registrano 651 morti (mentre nella giornata di ieri erano stati 793), con un totale che sale a 5476. I nuovi contagiati sono invece 3.957: ieri erano 4821, in totale salgono a 46.638. Cresce di 952 unità il numero dei guariti che giungono a un totale di 7.024.

"Non abbassiamo la guardia" ha detto però Borrelli commentando questi dati in lieve controtendenza. Poi un ringraziamento alla Protezione Civile per il lavoro fatto e un pensiero ai 12 contagiati scoperti nella sede romana: "Abbiamo intrapreso iniziative per sanificazione e provveduto ad adottare misure per il personale" ha detto Borrelli che è risultato negativo al tampone.

 "Rispetto alla giornata di ieri c'è un dato in lieve deflessione, non vogliamo farci prendere da facili entusiasmi o sopravvalutare la tendenza, ma è un segnale che cogliamo" sottolinea invece Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata