Coronavirus, Francia e Spagna come l'Italia: Stop attività e spostamenti
Coronavirus, Francia e Spagna come l'Italia: Stop attività e spostamenti

Positiva la moglie del primo ministro Sanchez ma Madrid fa sapere: "È in buona salute"

L'Europa è il nuovo epicentro della pandemia di coronavirus e Francia e Spagna si blindano, ricorrendo a misure restrittive sulla falsariga di quanto già fatto dall'Italia. A livello globale i contagi sono arrivati a 150mila, i morti 5.600, e pochi ormai sono riconducibili alla Cina: solo 11 nuovi casi e 13 decessi, tra cui persone che sono recentemente arrivate da altri Paesi. Numeri più alti ma comunque in declino anche in Corea del Sud, mentre nel Vecchio continente fanno registrare un'impennata. 

Dopo l'Italia, a creare maggiore preoccupazione è la situazione spagnola. I casi sono oltre 6mila, più di 1.500 solo in 24 ore, e i morti 190. Per questo il governo di Pedro Sanchez ha deciso il blocco degli spostamenti come parte di uno stato di emergenza di due settimane. Secondo una bozza del decreto, si potrà uscire solo per cause di forza maggiore o necessità, come acquistare alimenti, prodotti farmaceutici e generi di prima necessità; andare nei centri sanitari; recarsi al posto di lavoro; rientrare nel luogo di residenza abituale; assistere anziani, minori, persone con disabilità o particolarmente vulnerabili; andare in banca. Nel frattempo, la moglie del primo ministro spagnolo Pedro Sanchez è risultata positiva al test per il nuovo coronavirus. Lo ha fatto sapere il governo di Madrid nella tarda serata di ieri, sottolineando che Begona Gomez è in buona salute, così come il premier. Due componenti dell'esecutivo di Sanchez, i ministri per l'Uguaglianza e per gli Affari regionali, sono stati contagiati all'inizio della settimana, mentre gli altri sono negativi.

Chiude tutto (tranne supermercati e farmacie) anche il Canton Ticino. Oltralpe, invece, i contagi confermati sono arrivati a 4500, compresi 91 decessi, contro i 3.661 casi e 79 morti di venerdì. Il primo ministro Edouard Philippe ha annunciato che "tutti i negozi sono chiusi tranne quelli essenziali: alimentari, farmacia, banche, tabaccherie". I luoghi di culto rimarranno aperti ma le cerimonie sono sospese. È però confermato il primo turno delle elezioni amministrative previsto per la giornata di domenica. Il presidente Emmanuel Macron ha reso noto di aver parlato con il presidente Mattarella "per esprimere il sostegno della Francia all'Italia. Sui confini come sulla nostra economia, dobbiamo agire rapidamente e insieme a livello europeo". Un messaggio di vicinanza è arrivato anche dal presidente cinese Xi Jinping, che in un messaggio inviato di recente a Mattarella ha affermato che "in questo momento difficile la Cina è disposta a collaborare con l'Italia e offrire assistenza". Trump ha invece postato su Twitter un video delle Frecce tricolori e scritto che "gli Stati Uniti amano l'Italia". 

Tornando in Europa, salgono i casi anche nel Regno Unito, dove i decessi in 24 ore sono raddoppiati, passando da 11 a 21. A Londra è risultato positivo un neonato. La madre, che è stata portata in un ospedale a nord della capitale pochi giorni prima del parto per sospetta polmonite, è poi risultata avere il virus. 

Un primo passo per un farmaco contro il coronavirus arriva dall'Olanda. I ricercatori dell'Università di Utrecht, insieme ad altri dell'Erasmus Medical Center e della società biotecnologica Harbour BioMed, hanno sviluppato un anticorpo umano in grado di inibire il nuovo virus. Non è però stato testato sull'uomo, un processo che richiederà mesi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata