Coronavirus, Fontana: "Sindaci lombardi chiedono misure più rigide"
Coronavirus, Fontana: "Sindaci lombardi chiedono misure più rigide"

Dalla Regione pronta richiesta al governo per chiudere i negozi e stop a mezzi pubblici e imprese 

La Lombardia è pronta a chiedere misure più stringenti al governo per arginare l'epidemia. "Tutti i 12 sindaci lombardi che ho incontrato oggi mi hanno chiesto un irrigidimento dlel misure". Lo ha detto il governatore lombardo Attilio Fontana intervistato da Sky. Tra le proposte che Regione Lombardia presenterà nel pomeriggio al governo, c'è anche "la chiusura degli esercizi commerciali non essenziali, valutare la chiusura del trasporto pubblico locale e valutare quelle attività imprenditoriali che, senza troppi danni, possono essere chiuse".

"La Sanità lombarda sta arrivando ai limiti massimi - ha proseguito il governatore - abbiamo aumentato di oltre 200 posti la disponibilità dei reparti di rianimazione e abbiamo ancora la possibilità di trovare delle soluzioni, ma la richiesta dei malati è elevatissima". Per Fontana il sistema sanitario lombardo "può reggere ancora per una settimana". Anche al Fiera di Rho, ha confermatoil presidente, ha dato la sua disponibilità segnalando che in Lombardia ci sono anche ospedali dismessi da poco che possono essere riadattati rapidamente. "A noi - ha aggiunto - adesso manca personale e mancano i macchinari per al rianimazione".

"Sto bene grazie, ho finito ieri il mio isolamento e per ora, grazie a Dio, sto bene. La mia collaboratrice sta bene", ha fatto poi sapere Fontana, spiegando che "l'assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia Alessandro Mattinzoli "dalle notizie che ho avuto sta meglio".

CHE COS'E' IL CORONAVIRUS: GUARDA IL VIDEO 

https://www.lapresse.it/salute/che_cos_e_il_coronavirus_-2393841/video/2020-02-22/

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata