Coronavirus, Conte a Salvini: "Chi è leader dell'opposizione ha l'obbligo di non dire sciocchezze"

La replica del premier al segretario del Carroccio che nega di aver ricevuto messaggi da lui

"Non vorrei essere costretto a mostrare i messaggi di Whatsapp e le telefonate a cui non è stata data risposta", ma "chi è leader dell'opposizione ha l'obbligo di non dire sciocchezze. E di non speculare". Così il premier, Giuseppe Conte, arrivando alla sede della Protezione civile per un punto sull'emergenza coronavirus, rispondendo alle domande dei cronisti sulle parole di Matteo Salvini, che nega di aver ricevuto messaggi o chiamati dal capo del governo.