Coronavirus, Borrelli: "Siamo stati colpiti all'improvviso, non si poteva fare meglio"

Il capo della Protezione Civile: "Su date e modalità della fase due decide il governo"

"Il virus è un nemico invisibile che ci ha colpiti all'improvviso. C'è stato un periodo dove non siamo riusciti a verificare e adottare le misure che poi sono state perfezionate. Un lavoro immane da parte dei medici della Lombardia. Meglio di così non si poteva fare con la conoscenza e gli strumenti a disposizione". Queste le parole del capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, nella quotidiana conferenza stampa per fare il punto sul coronavirus. Per quanto riguarda le restrizioni in atto ha poi aggiunto: "Al momento la data che abbiamo a disposizione è quella del 13 aprile. Il Comitato tecnico scientifico sta facendo le sue valutazioni poi sulle date e sulla modalità della fase due la scelta spetta al decisore politico".