Coronavirus, aumentano contagi in Lombardia. Fontana: "Sono preoccupato"
Coronavirus, aumentano contagi in Lombardia. Fontana: "Sono preoccupato"

Il presidente della Regione: "Fatti più tamponi di tutti, rispettiamo le regole"

Crescono i contagi da coronavirus in Lombardia, preoccupazione per il governatore Fontana.  "I numeri purtroppo non sono molto belli, il numero dei contagiati è aumentato un po' troppo rispetto alla linea dei giorni scorsi. Siamo sui 2.500 in più ad ora, poi l'assessore vi darà i dettagli. Io personalmente sono preoccupato" ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, durante un punto stampa a Milano.

Poi l'affondo sul tema tamponi:  "Siamo la Regione che ha fatto in assoluto più tamponi in tutto il Paese, abbiamo aspettato rigorosamente quello che c'è stato dettato dai massimi istituti di sanità del nostro Paese. Ci è stato detto che i tamponi devono essere riservati ai sintomatici" e "oggi Speranza ribadisce che le Regioni devono rispettare le indicazioni".

 "Mi auguro che non ci siano ulteriori fraintendimenti, perché rischiano che siano estremamente fuorvianti per i cittadini. Parli solo l'Oms, l'Istituto superiore di sanità, l'Organismo tecnico del ministero e dica che cosa si deve fare o meno. Non sono scelte che competono ai sindaci, a me o ai sottosegretari che vogliono fare polemica" ha aggiunto Fontana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata