Bergamo, morto un operatore del 118 di 47 anni
Bergamo, morto un operatore del 118 di 47 anni

Si tratta di un uomo che lavorava presso la centrale operativa dell'ospedale Papa Giovanni XXIII

La notte scorsa un operatore del 118 di Bergamo è morto, dopo essere stato contagiato dal Covid-19.. Nelle scorse giornate la stessa centrale era stata sanificata perché alcuni lavoratori avevano accusato i sintomi del contagio.

Gli altri aggiornamenti.

LA SITUAZIONE LOMBARDA

La Regione Lombardia registra complessivamente 11.685 casi positivi al coronavirus. Lo ha annunciato l'assessore al Welfare Giulio Gallera, in conferenza stampa. Si registrano 966 decessi , con un incremento di 76 unità rispetto al dato diffuso ieri.   La Regione Lombardia sta "continuando a svuotare gli ospedali con maggiore pressione" per l'emergenza coronavirus, tanto che "oggi siamo arrivati al punto che non abbiamo più autoambulanze, aspetteremo a tarda serata per gli spostamenti, ma la macchina si è messa in moto già in maniera straordinaria". 

ALITALIA: MASCHERINE PER PASSEGGERI
"La sicurezza di tutti i passeggeri e dei propri dipendenti rappresenta da sempre la massima priorità di Alitalia. Per questo motivo la compagnia informa che verrà chiesto ai passeggeri di munirsi, prima di salire in aereo, di una mascherina protettiva da indossare obbligatoriamente qualora un elevato numero di viaggiatori non permetta di rispettare la distanza interpersonale di sicurezza prevista". Lo riferisce in una nota la compagnia di bandiera, secondo cui "la misura entra in vigore con effetto immediato ed è parte dei protocolli anti-contagio adottati da Alitalia in conformità alle disposizioni delle autorità competenti. La compagnia potrebbe pertanto rifiutare l'accesso a bordo dell'aereo al passeggero che si presenti all'imbarco senza un dispositivo di protezione individuale. Alitalia consiglia, inoltre, di indossare la mascherina anche in aeroporto e durante l'imbarco e lo sbarco dagli aerei".

VIMINALE: 7 MILA DENUNCIATI

 Sono oltre 7 mila le persone denunciate nella giornata di ieri nell'ambito dei controlli sull'applicazione dei decreti anti Coronavirus.Secondo i dati del Viminale, ieri a fronte di 157.271 persone controllate, ne sono state denunciate 7.218. In particolare 6.942 le denunce per inottemperanza al Dpcm e 276 per false dichiarazioni a pubblico ufficiale.  Denunciati anche 239 titolari di esercizi commerciali nel corso di 83.454 controlli fatti su negozi e locali.

BLOCCO TRENI NOTTURNI

"Alla luce del decreto firmato ieri dalla ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, relativo alla riduzione dei treni ordinari a lunga percorrenza, si comunica che, nell’ambito di tale decisione, da questa sera i treni notturni non saranno più disponibili". E' quanto si legge in una nota del Mit. "Al fine di contrastare e contenere l’emergenza sanitaria da Coronavirus, il Mit sta progressivamente razionalizzando l’offerta in accordo con gli operatori sanitari, in considerazione del Dpcm dell’11 marzo", aggiunge la nota.

NEONATO POSITIVO A LONDRA

Un neonato è risultato positivo al coronavirus a Londra. Anche la madre del bambino, che è stata portata in un ospedale a nord della capitale pochi giorni prima del parto per sospetta polmonite, ha il virus. Lo rendono noto i media britannici. La madre è risultata positiva all'ospedale North Middlesex, a Enfield, i risultati, secondo il Guardian, sono arrivati dopo la nascita del bimbo, che è stato testato pochi minuti dopo il parto. Non è noto se il neonato abbia contratto la malattia nell'utero o sia stato infettato durante la nascita.

VICEMINISTRA ASCANI POSITIVA

Come è noto sono in isolamento domiciliare da Sabato. Sto bene, non ho nessun sintomo. E quindi posso lavorare, da casa. Stamattina, come avevo previsto, mi sono collegata con l’Istituto Superiore Telesia di Benevento e ho seguito con i ragazzi una lezione su Cittadinanza e Costituzione. Abbiamo parlato del referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari, ma anche di quanto importante sia, da cittadini, rispettare in questi giorni le regole che sono state date dal Governo. In particolare restando a casa". Così su Facebook della Vice Ministra all'Istruzione Anna Ascani.

SPAGNA VIETA SPOSTAMENTI

Il governo spagnolo dispone il blocco degli spostamenti, come avvenuto in Italia. Secondo una bozza del decreto visionata da El Pais, si potrà uscire solo per acquistare alimenti, prodotti farmaceutici e generi di prima necessità; andare nei centri sanitari; recarsi sul posto di lavoro per svolgere le proprie attività lavorative, professionali o commerciali; rientrare nel luogo di residenza abituale; assistere anziani, minori, persone a carico, persone con disabilità o persone particolarmente vulnerabili; andare in banca; per cause di forza maggiore o necessità.

GILET GIALLI IN PIAZZA

Centinaia di gilet gialli si sono riuniti a Parigi per il 70esimo atto delle loro proteste, nonostante l'emergenza coronavirus e il divieto di raduni di oltre 100 persone adottato dal governo contro la diffusione dell'epidemia.


FLASH MOB: UN APPLAUSO PER GLI OSPEDALI

Un lungo applauso, dalle finestre, per ringraziare tutti coloro che stanno lavorando negli ospedali italiani per far fronte all'emergenza Coronavirus. Alle 12 in tanti si sono affacciati alla finestra di casa per applaudire, in un grande flash mob da Nord a Sud Italia, i lavoratori della sanità

APPLE CHIUDE NEGOZI FUORI DALLA CINA FINO AL 27 MARZO

"Nei nostri luoghi di lavoro e comunità, dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire la diffusione di Covid-19. Apple chiuderà temporaneamente tutti i negozi al di fuori della Cina fino al 27 marzo e impegnerà 15 milioni di dollari per aiutare tutto il mondo a guarire". Lo scrive su Twitter l'amministratore delegato di Apple, Tim Cook.

VICEMINISTRO ALLA SALUTE SILERI E' POSITIVO

Alcuni giorni fa ho avuto un contatto con un sospetto positivo. Appena mi sono accorto di avere dei sintomi mi sono isolato ed ho iniziato a lavorare a pieno ritmo da remoto. Test positivo". Così in una nota Pierpaolo Sileri viceministro della Salute che aggiunge: "Mia moglie ed il piccolo stanno ancora bene, e seppur nella stessa casa, abbiamo diviso gli ambienti. Io e mia moglie siamo tornati a telefonarci come all’inizio della nostra storia! e ci facciamo forza insieme. Inoltre ho attenzionato tutti miei collaboratori e le persone con cui sono venuto in contatto, sempre come da protocolli sanitari. Tutti stanno bene".

XI AL FIANCO DELL'ITALIA

Il presidente cinese Xi Jinping ha affermato che il governo e il popolo cinese sostengono fermamente la lotta dell'Italia contro l'epidemia di coronavirus. In un messaggio inviato di recente a Sergio Mattarella, Xi ha affermato che in questo momento difficile la Cina è disposta a collaborare con l'Italia e offrire assistenza. Lo rendono noto i media governativi cinesi. Notando che quest'anno ricorre il 50esimo anniversario dell'istituzione di relazioni diplomatiche tra Cina e Italia, Xi ha affermato di ritenere che nella lotta comune contro l'epidemia l'amicizia tradizionale tra Cina e Italia diventerà più forte e la cooperazione più ampia. 

MEDICI CINESI: "OTTIMO LAVORO IN ITALIA"

 "Siamo convinti che l'Italia stia facendo un ottimo lavoro e abbiamo potuto con i nostri occhi vedere le condizioni della coppia di turisti cinesi guariti e ne siamo molto contenti". Così uno dei medici della delegazione cinese che si è recata oggi in visita all'Istituto Spallanzani di Roma per condividere conoscenze con il team dell'ospedale romano. La delegazione ha sottolineato "l'importanza di inquadrare prima possibile i casi positivi di Covid-19, curarli" e "la necessità attuare sempre il prima possibile le misure di quarantena per fermare i contagi". "Queste sono le misure che ha adottato anche la Cina - ha spiegato il medico in un incontro con la stampa - e non le abbiamo inventate noi ma vengono usate a livello internazionale nei casi di infezione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata