Allarme dell'Ue: L'ecstasy torna di moda, non solo tra giovani
Nel 2014 in Olanda sono state vendute 5,5 milioni di pastiglie di Mdma

L'ecstasy sta tornando in auge in Europa, diffondendosi anche nelle feste private e nei bar e non più soltanto nelle discoteche e raggiungendo nuovi utenti giovani. A lanciare l'allarme è l'agenzia europea sulla droga, la European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction (Emcdda) con sede a Lisbona. Dal documento emerge che lo scorso anno 2,1 milioni di persone di età compresa fra 15 e 34 anni hanno fatto uso di ecstasy, o Mdma, il che implica il ribaltamento del calo nell'uso di ecstasy che veniva registrato dalla metà degli anni 2000. "L'Europa ha sperimentato recentemente un ritorno dell'uso di Mdma, con pastiglie e droghe in polvere più forti ora comunemente disponibili", spiega Jane Mounteney, che guida il coordinamento dei contenuti e l'analisi dei trend all'agenzia europea sulla droga, che stima che nel 2014 in Olanda sono state vendute 5,5 milioni di pastiglie di Mdma, contro i 2,4 milioni del 2012. 

Secondo quanto riporta il documento, recentemente si è saputo che la polizia ha smantellato grandi laboratori di ecstasy in Olanda e Belgio, dove è concentrata la produzione europea di droga. "È particolarmente preoccupante dal momento che l'Mdma si sta diffondendo fra un pubblico sempre più mainstream e sta diventando sempre più reperibile online", sottolinea il direttore dell'agenzia, Alexis Goosdeel.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata