A Piacenza il tempio crematorio è al collasso: oltre 100 feretri al giorno

I depositi continuano a crescere, occupando tutti i locali disponibil

Al tempio crematorio di Piacenza suona un nuovo drammatico allarme in questo Nord Italia funestato dal virus. Il sistema è prossimo al collasso. Tragedia nella tragedia. L'afflusso è di oltre 100 feretri al giorno, la capacità di cremazione - evidenziano gravi i responsabili - è di non oltre 13. I depositi continuano a crescere, occupando tutti i locali disponibili. Una situazione a effetto domino, proprio a Piacenza sono arrivate molte delle vittime provenienti dall'ospedale e obitorio di Bergamo, trasportati qui perché in tutta la provincia non si riusciva più a fare fronte all'emergenza. Michele Marinello, responsabile della gestione cimiteriale pur nella situazione disperata vuole sottolineare come "i feretri arrivati a Piacenza sono curati nel rispetto delle norme, procedure e principi etici che non è possibile dimenticare nemmeno nei momenti di peggiore emergenza".