A Napoli 4 medici rifiutano incarico, De Magistris: "Sono disertori"

"Un medico che dice di no in un momento d'emergenza, per quanto mi riguarda, deve subire un procedimento disciplinare"

A Napoli 4 specializzandi hanno rifiutato un contratto dalla Asl per l'assunzione in reparto, assunzioni straordinarie per far fronte all'emergenza coronavirus. "Chi oggi si tira indietro a delle responsabilità va considerato un disertore, ma i casi vanno analizzati singolarmente. Sicuramente un medico che dice di no in un momento d'emergenza, per quanto mi riguarda, deve subire un procedimento disciplinare entro 24 ore". Queste le parole di Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, nel commentare l'emergenza coronavirus all'interno degli ospedali napoletani.