In campo le eccellenze medico-chirurgiche dell'Umberto I di Roma

‘Padel e Salute’ è l’evento dove saranno due i tornei giocati con la stessa energia e professionalità dal 4 al 17 ottobre 2021 a Roma per rafforzare il claim dell’Associazione ‘Capire per Prevenire’: la prevenzione è la medicina più efficace, patrocinato gratuitamente dell’Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico Umberto I, Università di Roma ‘Sapienza’, ‘Sapienza’ Sport e Fondazione Roma ‘Sapienza’.

La Medicina incontra lo Sport attraverso il torneo della prevenzione medica che vedrà scendere in campo eccellenze mediche e chirurgiche dell’Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico Umberto I con visite gratuite per dieci importanti patologie: malattie della tiroide, malattie della prostata, grande obesità, disfonia e ipoacusia, malattie del cuore, melanoma, tumori della bocca, ernie addominali, malattie polmonari nel bambino, tumore della mammella.

Padel

Le competizioni di Padel vedranno scendere in campo le migliori giocatrici e i migliori giocatori italiani affiancati da Padeliste e Padelisti che si aggiudicheranno la partecipazione a vittoria del torneo dei circoli partecipanti: Juvenia, Forum Sport Center, Pala Loca Padel Club, Padel Star Talenti, Villa Pamphili Padel Club, Red Padel Roma, Orange Padel Club Parioli, Joy Padel Club.

Domani, martedì 5 ottobre 2021 alle ore 14.00 in diretta sulla pagina Facebook di ‘Capire per Prevenire’, Teleambiente, canale you tube e Twitch, saranno ospiti del Prof. Stefano Arcieri specialista in Chirurgia Generale dell’Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico Umberto I di Roma e docente dell’Università Sapienza di Roma, il Prof. Andrea Lenzi, il Prof. Giovanni Pellacani il Prof. Massimo Vergine, afferenti allo stesso nosocomio, che effettueranno screening gratuiti rispettivamente per malattie della tiroide, melanomi, malattie della mammella, all’interno dell’evento ‘Padel&Salute‘ presso gli ambulatori del presidio ospedaliero ‘George Eastman’ di Roma.

‘Padel e Salute’ testimonierà come la sana competizione sportiva insieme alle eccellenze mediche possano diventare stakeholder di un progetto più ampio di divulgazione medico scientifica diretta alla prevenzione verso lo shareholder che mette, così, a reddito la propria salute.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata