I dati nella consueta conferenza stampa della Protezione civile. L’incremento dei nuovi positivi è di 1195 ma diminuiscono i morti e i ricoverati in terapia intensiva.Gallera: "In Lombardia dati rincuorano ma a Milano linea non scende"

Tornano ad aumentare i numeri dei contagi da Coronavirus in Italia: l’incremento dei nuovi positivi è di 1195 nelle ultime 24 ore, ieri l’aumento era di 880 unità, invertendo così il trend. Il dato torna quindi sopra quota mille, dopo che ieri era sceso per la prima volta da settimane: gli attualmente positivi sono 95.262, per un totale, da inizio emergenza, compresi guariti e deceduti, di 139.422. I nuovi casi in totale sono 3836. 

Per quanto riguarda i decessi sono 542, un tendenza che appare in calo negli ultimi due giorni: ieri erano 604 mentre lunedì si sono fermati a 636. In totale le vittime salgono a 17.669 da inizio epidemia.

Calano i ricoverati in terapia intensiva, sono 99 in meno rispetto a ieri, per un totale di 3693. Nota positiva anche sul fronte dei guariti, che crescono di 2099 unità, portando il totale a 26.491. I ricoverati sono in flessione di 233 per un totale di 28.485. 

Sono 53.414 in totale i positivi in Lombardia. Oggi ci sono 1.089 casi in più, ma “con il doppio dei tamponi effettuati, che oggi sono stati 8.226”., ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera. Scendono ancora i ricoveri. Il dato di oggi è di 114 in meno rispetto a ieri, con un totale di 11.719. È di -48 il dato dei ricoveri in terapia intensiva, 1.257 nel complesso. “Le terapie intensive hanno una riduzione di pressione crescente”, ha sottolineato Gallera, che ha aggiunto:”Oggi ci sono dati che ci rincuorano. A Milano l’attenzione deve rimanere più forte perché la riga non ha preso una linea verso il basso, mentre a Bergamo e Brescia, Lodi e Cremona c’è una linea che ha arrestato la propria avanzata”

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata