Zingaretti indagato per finanziamento illecito. Lui: "Estraneo ai fatti": M5s: "Si faccia da parte"

La rivelazione del settimanale L'Espresso. Il governatore del Lazio si difende e risponde alle critiche dei penstastellati: "Se pensano di aggrapparsi alle fantasie di qualcuno sbagliano di grosso"

Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, sarebbe indagato per finanziamento illecito dalle procure di Roma e di Messina. E' quanto rivela il settimanale 'L'Espresso' sul suo sito internet. Dietro all'inchiesta ci sarebbero le dichiarazioni di due  avvocati siciliani, Piero Amara e Giuseppe Calafiore, che - riporta l'Espresso -  "da mesi stanno facendo tremare magistrati, politici e giudici del Consiglio di Stato". "Arrestati nel febbraio del 2018 per corruzione in atti giudiziari, un mese fa hanno patteggiato 3 e 2.9 anni a testa - spiega il settimanale - ma le loro dichiarazioni continuano a fare da carburante alle indagini delle procure di Roma e di Messina".

Si difende il governatore del Lazio: "Voglio affermare di essere estremamente tranquillo perché forte della certezza della mia totale estraneità ai fatti che, peraltro, sono stati riferiti come meri pettegolezzi de relato e senza alcun riscontro, come affermato dallo stesso articolo del settimanale. Mai nella mia vita ho ricevuto finanziamenti in forma illecita e attendo quindi con grande serenità che la giustizia faccia tutte le opportune verifiche per accertare la verità".

Ma dal M5s puntano subito il dito: "Nemmeno pochi giorni da segretario del Partito democratico e gia' viene indagato per finanziamento illecito, secondo l'Espresso. Un bel battesimo che non sorprende, visto che era gia' stato indagato per Mafia Capitale. Perdi il pelo ma non il vizio: bentornato Pd, ci eri mancato". Zingaretti risponde anche ai pentastellati: "Comprendo la loro disperazione per il disastro politico che stanno combinando, per essere da mesi succubi del loro alleato di governo, per essere in caduta libera nel gradimento dei citttadini e per le batoste elettorali avute in Abruzzo e Sardegna. Ma se pensano di aggrapparsi alle fantasie di qualcuno sbagliano di grosso. Non mi faccio intimidire da chi utilizza queste bassezze. Se ne facciano una ragione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata