Zavoli: Monti? Da direttori Rai sgarro grave su par condicio

Roma 3 gen. (LaPresse) - "Va chiarito con la Rai come mai i direttori di testata o di rete decidano da soli chi invitare" e sulla par condicio "lo sgarro c'è, è palese e grave, c'è un atteggiamento recidivo e inquietante". Così il presidente della commissione vigilanza Rai, Sergio Zavoli, nel corso della seduta sull'esame della bozza della delibera per l'attuazione del regolamento sulla par condicio per le prossime elezioni. Le parole di Zavoli sono arrivate dopo l'intervento di Paolo Bonaiuti (Pdl), che aveva lamentato le troppe presenze del premier dimissionario Mario Monti sulle reti Rai. "Perchè - ha detto Bonaiuti - non ci chiediamo come mai il rappresentante di una lista ancora senza nome va in tv nello stesso programma (Unomattina, ndr), due volte a distanza di una ventina di giorni?".

"Ci è andato come presidente del Consiglio o come candidato?", ha aggiunto l'esponente del Pdl, che ha sottolineato: "Così non si crea una posizione di privilegio?". Zavoli ha poi replicato: "Quanto più tarderemo ad approvare la delibera, tanto più la Rai si sentirà messa in un angolo rispetto al rapporto con una parte dell'azienda che è in totale ribalderia nei confronti del cda".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata