Why Not, De Magistris: Con Napolitano relazioni istituzionali

Roma, 30 set. (LaPresse) - "I miei rapporti con Napolitano? Continueranno a essere istituzionali". Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha dichiarato ai microfoni di 24 Mattino su Radio 24. "Quando ero magistrato ritengo d'aver subito dal presidente Napolitano una forte ingiustizia - ha continuato -, perché lui presiedeva il Csm che mi ha trasferito, e pur essendomi rivolto più volte a lui per non lasciarmi isolato in Calabria, non ha ritenuto di raccogliere il mio appello. Da sindaco ho superato questa sofferenza personale e ho intrapreso relazioni istituzionali da sindaco a Presidente della Repubblica".

"I rapporti continueranno a essere istituzionali - ha detto - io continuerò a fare il sindaco e sono certo che lo farò fino al 2016 perché sono convinto che nella mia città, che è la cosa che più mi interessa, stiamo provando a dimostrare che si può governare anche fuori dal sistema di potere e questo dà molto fastidio". "Altrimenti non si spiega perché tutti i miei avversari in questo momento si accaniscono per provocare le mie dimissioni. Quindi io - ha proseguito - con il Presidente della Repubblica con tutte le istituzioni continuo a fare quello che ho fatto finora, collaborazione leale ma anche libertà perché io sono un uomo libero e dirò sempre quello che penso", ha concluso De Magistris.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata