Voucher, Martina: Rispettiamo piazza ma servono regole nuove
Il vicesegretario Pd: "Il rischio sarebbe stato aumento lavoro nero"

"Noi rispettiamo la piazza di ieri anche se abbiamo un'opinione diversa. È stato importante che il governo abbia abolito i vecchi voucher, troppo esposti in passato ad abusi e storture a danno dei lavoratori". Così il vicesegretario del Partito democratico e ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, in una intervista a 'Il Messaggero'.
"I nuovi strumenti individuati, utilizzabili da famiglie e imprese, sono invece regolati e controllati molto meglio a garanzia prima di tutto dei lavoratori stessi. C'è la tracciabilità totale attraverso l'Inps". "Abbiamo il massimo rispetto per posizioni diverse dalle nostre - continua Martina - segnalo comunque che i senatori di Campo Progressista hanno votato come noi la fiducia sulla manovra proprio pochi giorni fa". "Senza le nuove regole - conclude - il rischio sarebbe stato di un aumento del lavoro sommerso e irregolare. Il nostro impegno per la dignità e diritti nel lavoro non si ferma".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata