Vertice Italia-Francia domani a Lione, No Tav sul piede di guerra

Torino, 2 dic. (LaPresse) - Un nutrito gruppo di ministri italiani sarà domani a Lione per un vertice bilaterale Italia-Francia.

All'incontro con il presidente francese Francois Hollande (presenti anche il premier Jean-Marc Ayrault e diversi ministri d'Oltralpe) ci saranno il presidente del Consiglio Mario Monti, il ministro dello Sviluppo economico e dei Trasporti Corrado Passera, il titolare del Viminale Anna Maria Cancellieri, quello della Farnesina Giulio Terzi e il ministro per gli Affari europei Enzo Moavero.

L'arrivo della delegazione italiana a Lione è previsto per le 11. Seguirà una riunione di un'ora e mezza. In programma poi un pranzo di lavoro seguito da una conferenza stampa congiunta alle 14.15. La Tav sarà tra i principali temi all'ordine del giorno. No Tav sul piede di guerra, previste contestazioni in città. Tra ieri e oggi a Lione si è svolto un pre-vertice, con conferenze pubbliche, dedicate alle ragioni del no e alle alternative alla linea Tav Torino-Lione. Ieri mattina una delegazione di No Tav è stata bloccata alla frontiera dalla polizia francese. Si trattava, denuncia Alberto Perino, leader storico del movimento, di un pullman a bordo del quale si trovavano pensionati dall'età media di 65 anni. Rimasto fermo oltre due ore al freddo, il gruppo ha fatto rientro in Italia nel primo pomeriggio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata