Vendola: Monti fa l'arbitro e il giocatore, è arrogante

Roma, 3 gen. (LaPresse) - "Monti è sceso pesantemente in campo con la presunzione di chi vuole partecipare ma vuole anche sentirsi arbitro della partita e decidere chi ha vinto questa partita: l'ha vinta lui. C'è un elemento di arroganza che va respinto". Lo ha detto il leader di Sel, Nichi Vendola, rispondendo alle parole del premier Mario Monti a Rai 1 questa mattina. "Non ho consigli da dare a Monti - ha aggiunto - vedo che ha imparato le regole della politica con grande velocità e che occupa le tv con abilità berlusconiana".

In conferenza stampa Vendola ha poi affermato, sempre rivolto al premier dimissionario: "Monti sta girando attorno a Pier Luigi Bersani e sta facendo la danza della morte". Dicendo a Bersani che dovrebbe sganciarsi da Fassina, dalla Cgil e da Sel, ha proseguito Vendola, "Monti sta dicendo che è disponibile ad assumerlo tra gli inservienti. La sgradevolezza di questa esibizione, questa presunzione di arroganza, non è propedeutica a un discorso sul dopo voto. Forse il dopo ha che fare con quello che ha detto Napolitano: la lotta accanita e prioritaria contro la povertà. Sarà questa sarà l'agenda dei progressisti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata