Vaccini, il consigliere piemontese Vignale: "Esposto in procura per eventuale reato contro la salute"

Due consiglieri regionali del Piemonte - rispettivamente del Gruppo misto e di Fratelli d'Italia, Gianluca Vignale e Roberto Ravello - hanno presentato un esposto in procura per valutare se "sussiste un eventuale reato di delitto colposo contro la salute" a causa della scelta regionale di ridurre la profilassi vaccinale antipneumococco a 10 coperture invece che a 13, come nel resto d'Italia. "Siamo l'unica regione - spiega Vignale - con una minor copertura per risparmiare 2 mln l'anno. Ma sulla salute dei minori non si può risparmiare".