Unioni civili, Manconi: Discriminazione se non c'è adozione figlio naturale

Roma, 19 ott. (LaPresse)- "Ho presentato il primo disegno sulle unioni civili esattamente vent'anni fa: dovrebbe bastare a provare quanto tenga a una legge in materia. Ma, certo, se una simile legge non prevedesse la possibilità di adozione per il figlio naturale di uno dei partner, riterrei quella normativa gravemente discriminatoria. Al punto da farmi dubitare dell'opportunità della sua approvazione. E, infatti, non si può approvare un testo che, su nodi essenziali, contenga norme che perpetuino meccanismi di sperequazione e condizioni di disparità". Lo afferma il senatore del Pd Luigi Manconi.

"D'altra parte, va detto - prosegue l'esponente dem - una legge sulle unioni civili che preveda anche l'adozione del figlio naturale di uno dei partner, risponde a quella profonda ispirazione morale che sostiene la domanda di riconoscimento, anche giuridico, di questa nuova tipologia di famiglia", conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata