Unioni civili, Crimi a Renzi: M5S c'è, no a svendite ad Alfano
"Abbiamo la possibilità di licenziare il provvedimento nella sua interezza, senza tagli né stralci, senza compromessi al ribasso"

"Vogliamo questa legge. E la vogliamo subito, senza scorciatoie da codardi e antidemocratiche, né derive dittatoriali.Possiamo portare a casa il risultato in tempi brevi e certi: iniziando a votare il mercoledì, il venerdì mattina abbiamo il voto finale". Lo scrive su Facebook Vito Crimi, senatore M5S.  "Renzi, sei in ascolto? - aggiunge - Se davvero il tuo Pd vuole questa legge senza cedere al compromesso di chi freme per svuotarla, mercoledì mattina possiamo iniziare a votarla approvandola due giorni dopo. Abbiamo la possibilità di licenziare il provvedimento nella sua interezza, senza tagli né stralci, senza compromessi al ribasso.

Se deciderai di mettere la fiducia sarà chiaro a tutti: il Pd avrà ceduto alle lusinghe di Alfano e di Ncd.Non hai scuse. Abbi il coraggio di assumerti le tue responsabilità, almeno una volta in questa legislatura".

 

UNIONI CIVILI: SUBITO E SENZA SVENDITE Ieri sera abbiamo chiesto al presidente del Senato Pietro Grasso di convocare...

Pubblicato da Vito Crimi su Lunedì 22 febbraio 2016

 

"La legge si può approvare così com'è - ribadisce Crimi - I nostri voti ci sono, ci sono dall'inizio. Non c'è mai stato alcun cambio di strategia". "Noi non abbiamo dubbi.

Il Movimento 5 Stelle c'è. Il Pd dov'è? Di cosa ha paura? Diciamo la verità - è l'accusa grillina - è il Pd a non avere i numeri. Non riesce a garantire i propri voti a questa legge, perché oltre ai 'cattodem' contrari per principio, ci sono quelli che gridano vendetta per qualche poltrona negata, e sono ben intenzionati a farla pagare a Renzi sacrificando i diritti dei cittadini. Non ci sono scorciatoie per le leggi. Non esistono sotterfugi, colpi bassi, fiducie che tengano".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata