Unioni civili, Boschi: Faremo legge su adozioni, partendo da bambini
Una battuta a Speranza: "Cosa teme? Italicum esclude strane coalizioni"

"Faremo una legge sulle adozioni che riguardi tutti: gay, single, eterosessuali. Noi dovremo partire da una cosa semplice: chi è il soggetto più importante? Per me non c'è dubbio, i bambini. E si parte da lì, dai bambini. E' un tema delicato". Così il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi alla scuola di formazione politica del Pd è tornata sul tema delle Unioni civili. "La mano mi tremava quando ho firmato il maxiemendamento: non è stata una firma qualunque come altre fatte in precedenza perché avevo in mente tanti volti e in particolare quello di un mio amico che quest'estate è andato via, se l'è portato via una malattia: per lui la legge è arrivata tardi" ha aggiunto Boschi.

ITALICUM. "Questa legge non permetterà strane coalizioni come in passato. E con tutto il bene che gli voglio mi chiedo come Roberto Speranza che non ha votato questa legge, la critichi perché teme che favorisca le larghe intese quando questa nuova legge elettorale prevede il premio alla lista e non alla colazione" ha sottolineato Boschi. "L'Italicum non permetterà strane coalizioni né strani accordi, come avvenuto in passato", ha ribadito il ministro Boschi, sostenendo di trovare perciò "singolare - e lo dico con tutta l'amicizia e l'affetto nei suoi confronti - che chi come Roberto Speranza questa legge non l'ha votata ci venga a dire che che non vanno bene le coalizioni e le maggioranze spurie".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata