Ue, Salvini: Prima calavamo le braghe, ora c'è confronto. No pugni sul tavolo

Milano, 14 giu. (LaPresse) - Con l'Ue "prima calavamo le braghe, ora c'è un confronto". Così il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini a Radio Cusano Campus. "Niente pugni sul tavolo e petto in fuori, basta la testa", ha rimarcato, è una cosa "strana che ci vogliano imporre regole e vincoli che in questi anni hanno mostrato il loro fallimento". "La medicina è sbagliata e bisogna cambiarla", ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata