Ue, Salvini: "Facciamo parte di un club che ci chiede atti di sottomissione costante"

"Non siamo più nel Medioevo. L'Italia è il terzo contribuente dell'Unione Europea. Facciamo parte di un club che paghiamo e poi ci chiede atti di sottomissione costante". Così Matteo Salvini in conferenza stampa commenta la possibile procedura d'infrazione dell'Ue per i conti italiani: "Basta che poi ci chiedano anche l'impegno alla genuflessione costante e poi abbiamo dato tutto".