Ue, Renzi: Oggi sembra lontana dai valori dei padri fondatori
Il premier torna all'attacco: Basta lezioni e dirci cosa fare

"Siamo in un momento in cui l'Europa sembra essere tanto lontana dai valori dei nostri padri, dei padri fondatori che 60 anni fa hanno firmato un trattato per far nascere la comunità europea". Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi torna all'attacco dell'establishment europeo nel corso del suo intervento al Parlamento di Accra, in Ghana. "Il tempo in cui da Bruxelles ci dicevano cosa fare è finito", rincara il premier, "l'Italia ogni anno dà più di quel che riceve all'Europa, non prendiamo lezioncine da nessuno dei nostri amici europei". "Per risolvere problemi complessi - ha aggiunto Renzi - non basta fare un comunicato stampa. Le polemiche lasciano il tempo che trovano, noi siamo l'Italia e ogni anno mettiamo 20 miliardi sul piatto di Bruxelles, avendo indietro molto meno, 11 miliardi. Siamo pronti a imparare, ma il tempo delle lezioni è finito, abbiamo fatto le riforme e siamo pronti a dare il nostro contributo all'Europa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata