Ue, Renzi: Bisogna cambiare le cose, non lo fa chi urla e insulta

Roma, 19 mag. (LaPresse) - "Il populismo anti europeo c'è in tutta Europa e c'è anche in Italia. Come in chi dice usciamo dall'Europa, usciamo dall'euro o usciamo di testa. Noi non abbiamo bisogno di uscire da, ma di entrare in Europa con più convinzione e cambiare le cose. Però riesce a cambiare chi governa, non chi urla. Chi propone, non chi insulta". Così il presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi, dopo aver incontrato, a Villa Pamphilj, il primo ministro della Repubblica di Polonia, Donald Tusk. "Noi non cediamo - ha aggiunto - alla facile demagogia di chi dice fuori da tutto, noi vogliamo stare dentro e cambiare le cose e siamo convinti che ce la faremo".

"So che porta male dirlo - ha poi aggiunto Renzi - ma non sono preoccupato. Sono molto ottimista perché vedo un clima di crescente entusiasmo e di fiducia a cui bisogna dare risposte concrete".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata