Ue, Mattarella: Tessere fila del destino comune è dovere

Milano, 9 mag. (LaPresse) - "Ora l'emergenza in corso non fa che confermare l'urgenza di rispondere alle istanze di cambiamento espresse dai cittadini europei, per sviluppare ancora di più il "fermento di una comunità più profonda". Tessere le fila del nostro destino comune è un dovere al quale non possiamo sottrarci". Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della Festa dell'Europa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata