Ue, Lupi: Rispondere non con manovre aggiuntive ma accelerando riforme

Roma, 2 giu. (LaPresse) - "Siamo in Europa a pieno titolo e con dati contabili migliori di molti altri paesi. Non chiediamo deroghe, non servono manovre aggiuntive, che ricordano molto un vecchio modo di fare politica mettendo le mani nelle tasche degli italiani, piuttosto bisogna proseguire con velocità nell'azione di governo per attuare le riforme, la vera soluzione dei nostri problemi. Stiamo cambiando l'Italia, porteremo un'Italia cambiata in Europa perché cambi anche l'Europa". Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi in merito alla richiesta di "sforzi aggiuntivi" fatta dall'Ue all'Italia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata