Ue, Conte: Passaggio critico, chi non se ne rende conto fa male a Europa

Milano, 17 giu. (LaPresse) - "Ho parlato con lui anche della procedura di infrazione e ho trovato un presidente Macron molto attento alle ragioni dell'Italia. Sicuramente da parte della Francia c'è un'altra sensibilità alle istanze di stabilità sociale, non solo finanziaria. Quindi, Parigi può essere un Paese con cui coltivare delle sinergie". Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a margine del Salone internazionale dell'Aeronautica e dello Spazio di Parigi. "Il discorso ovviamente non riguarda solo la Francia. Il messaggio e il contributo critico che l'Italia vuole apportare lo vuole portare e diffondere a tutti gli altri Paesi - aggiunge -. Siamo all'aurora di una nuova legislatura, siamo a un passaggio critico per l'Europa e chi non se ne rende conto, rischia di far del male all'Europa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata