Trionfa il M5S, crolla il Pd. Vince il centrodestra, ma non c'è governo. Al via lo spoglio delle regionali
La Lega batte Forza Italia ma non c'è la maggioranza. Breve incontro Berlusconi-Salvini ad Arcore. Affluenza al 73%

Ore 22.10. "È un risultato di straordinaria importanza perché avvenuto nello stesso giorno della più devastante sconfitta delle forze di sinistra nella storia della Repubblica. È un fatto democraticamente di grandissima rilevanza". Lo ha detto Nicola Zingaretti nel suo comitato elettorale al Tempio di Adriano a Roma, dove dal pomeriggio i suoi sostenitori hanno atteso i risultati delle elezioni regionali per il Lazio. "C'è stata da parte di tutti noi una straordinaria incredibile rimonta nel voto. La differenza elettorale tra il voto politico e quello delle regionali oscilla in forbice tra 250 e 300mila voti. Per la prima volta i cittadini del Lazio hanno confermato il loro presidente"

Ore 22.09. Per la prima volta i cittadini del Lazio hanno confermato il loro presidente. Con 3.674 sezioni scrutinate su 5.285, nel Lazio Nicola Zingaretti è in testa con il 33,95% dei voti, Stefano Parisi segue con 30,37%, Roberta Lombardi del Movimento 5 Stelle con il 26,90%, e Sergio Pirozzi con il 4,66% dei voti.

SPOGLIO LAZIO: I RISULTATI IN DIRETTA

SPOGLIO LOMBARDIA: I RISULTATI IN DIRETTA

Ore 20.33. Dopo 3.331 sezioni scrutinate su 9.227 (oltre un terzo del totale) per le elezioni regionali in Lombardia, Attilio Fontana (centrodestra) resta al comando con il 53,4% e Giorgio Gori (centrosinistra) si assesta al 26,4%. Per Dario Violi (M5S) il 16,6% dei voti e Onorio Rosati (LeU) si ferma all'1,7%.

Ore 19.47. Andrea Orlando, leader della minoranza interna Pd, attacca Renzi: ""Di fronte alla sconfitta più grave della storia della sinistra italiana del dopoguerra mi sarei aspettato una piena assunzione di responsabilità. Invece siamo alla  elencazione di alibi e all'individuazione di responsabilità esterne. E la soluzione ambigua individuata, di dimissioni non dimissioni. Renzi, infatti, le annuncia ma le postdata e si riserva di renderle effettive soltanto dopo la  trattativa sul nuovo governo".

Ore 19.44. Dopo 2.376 sezioni scrutinate su 9.227 (circa il 26% del totale) per le elezioni regionali in Lombardia, Attilio Fontana (centrodestra) raggiunge il 53,4%, Giorgio Gori (centrosinistra) arretra al 26,7%. Per Dario Violi (M5S) il 16,2% e Onorio Rosati (LeU) non va oltre l'1,7%. 

Ore 19.43. "Mi prendo qualche giorno per riflettere, ci sono ragioni sia per tornare a fare il sindaco di Bergamo sia per andare a fare opposizione in consiglio regionale. La legge mi dà tre mesi per decidere, credo mi basterà qualche giorno", ha detto il candidato del centrosinistra alla presidenza della Lombardia, Giorgio Gori, ai microfoni di La7, parlando del suo futuro dopo la sconfitta alle elezioni regionali. 

Ore 19.39. Attilio Fontana, presidente in pectore di Regione Lombardia, ha ricevuto mentre parlava con i cronisti al termine della conferenza stampa in via Bellerio, a Milano, la telefonata di Giorgio Gori, candidato del centrosinistra, che ha riconosciuto la sconfitta alle elezioni regionali. Al termine della breve telefonata con Gori, a chi gli chiedeva del contenuto del colloquio, Fontana si è limitato a rispondere: "Si è complimentato". 

Ore 19.29. "È una vittoria del centrodestra e della Lega, ho chiamato Fontana e mi sono complimentato". Lo ha detto il candidato del centrosinistra alla presidenza della Lombardia, Giorgio Gori, ai microfoni di La7. "Sento di aver fatto la migliore campagna elettorale possibile, in questo contesto non credo fosse possibile portare a casa un risultato migliore", ha aggiunto.

Ore 18.32Matteo Renzi si dimette da segretario del Pd. Lo ha annunciato lo stesso Renzi nel corso della conferenza stampa al Nazareno dopo i risultati "deludenti" ottenuti dalle elezioni di ieri. Dopo la formazione del nuovo governo, ha spiegato, si aprirà quindi la fase congressuale.

Ore 18.30. Secondo la quinta proiezione del Consorzio Opinio Italia per Rai vede Nicola Zingaretti (Centro-sinistra) al 34%, segue Stefano Parisi (Centrodestra), al 30,6%, e Roberta Lombardi, al 27,1%. Fanalino di coda resta Sergio Pirozzi, al 4,5%.

Ore 18.28. Dopo le prime 1.048 sezioni scrutinate su 9.227 (oltre l'11%) per le elezioni regionali in Lombardia, Attilio Fontana (centrodestra) è al 52,5%, Giorgio Gori (centrosinistra) è staccato al 27,4%. Per Dario Violi (M5S) il 16,2% e Onorio Rosati (LeU) non va oltre l'1,8%.

Ore 18.13. "Spesso mi sembrava il torpore fosse il personaggio politico principale del nostro paese. Abbiamo combattuto su due fronti: il 'vabbè son tutti uguali, e comunque decide tutto l'Europa' ed il 'vabbè son tutti uguali, fanno soltanto quello che gli conviene personalmente'. Ero quasi convinto, nei momenti di sconforto, che un nulla rassegnato avesse conquistato la stragrande maggioranza delle menti e dei cuori. Che tutto quello che abbiamo fatto fosse sbocciato troppo tardi, davanti al fuoco di fila dei media. Invece voi avete saputo guardare oltre quelle polveri, ve ne sono grato. E allora grazie gente, per aver visto e interpretatato il nostro impegno per quello che è. Forse possiamo parlarne di nuovo, usare ancora quel verbo che era tutto. Perchè è sempre stato tutto per chi la vive: la passione".Così il garante M5S Beppe Grillo sul blog. "Grazie ancora agli italiani, state iniziando a partecipare in prima persona, in alto i cuori", conclude.

Ore 18.09. "Forza Italia ha raccolto un consenso importante del quale siamo grati agli elettori che ancora una volta hanno confermato al movimento la loro fiducia. Questo pomeriggio il Presidente Berlusconi ha incontrato Matteo Salvini e nel complimentarsi con lui ha confermato che con questo risultato le forze del centrodestra potranno rafforzare la coalizione che dovrà ottenere il mandato di governare l'Italia per far ripartire il nostro Paese", si legge in una nota di Forza Italia.

Ore 18.08. "A proposito di media, è sconcertante come siano volubili. La definizione di una squadra di governo che ci impegnasse da subito, sia per la qualità che per il modo di vedere di futuro, non viene più derisa... anzi, si sente parlare di una mossa geniale, adesso che abbiamo vinto", ha commentato il garante M5S Beppe Grillo sul blog.

Ore 18.02. "Grazie gente, per aver visto e interpretato il nostro impegno. In alto i cuori", ha scritto il garante M5S Beppe Grillo su Facebook. 

Ore 18.01. "Il centro-destra è il vincitore politico di queste elezioni. I dati confermano che - dopo cinque anni di opposizione - rappresenta la prima area politica del Paese. I contenuti del centro-destra, dal taglio alla pressione fiscale a una diversa politica sull'immigrazione, sono stati apprezzati dagli italiani. L'apporto numerico e politico di Forza Italia è stato evidentemente determinante per questa affermazione nonostante il grande svantaggio causato dall'incandidabilità del suo leader Silvio Berlusconi". Così in una nota di Forza Italia. 

Ore 17.52. "Ci affidiamo tutti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e alla sua saggezza, perché dia al Paese un Governo stabile, che è la cosa di cui l'Italia ha bisogno". Così il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, al 21esimo congresso del sindacato dei banchieri Fabi, dove partecipa ad una tavola rotonda. "Tutti hanno fiducia nel capo dello Stato che - ha aggiunto - è il garante della stabilità". 

Ore 17.50. Il segretario Pd Matteo Renzi parlerà dalla sala conferenze del Nazareno alle 18. Lo comunica il suo portavoce, Marco Agnoletti. 

Ore 17.45. Dopo le prime 510 sezioni scrutinate su 9.227 per le elezioni regionali in Lombardia, Attilio Fontana (centrodestra) si conferma in vantaggio al 53,1%, Giorgio Gori (centrosinistra) si assesta al 27%. Dario Violi (M5S) è al 16,1% e Onorio Rosati (LeU) è fermo all'1,7%. 

Ore 17.37. Secondo la qicola Zingaretti (Centro-sinistra) al 34%, segue Stefano Parisi (Centrodestra), che al 29,9% passa in testa a Roberta Lombardi, scesa al 27,9%. Fanalino di coda resta Sergio Pirozzi, invariato al 4,3%.

Ore 17.33. L'incontro di breve durata si è tenuto dopo la conferenza stampa di Salvini in via Bellerio, a Milano. Il leader della Lega ha lasciato la sede del Carroccio in auto poco prima delle 14. Dopo la visita ad Arcore, Salvini è andato in aeroporto dove lo aspettava un volo per Roma.

Ore 17.25. Breve incontro tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi oggi ad Arcore. Il leader della Lega, secondo quanto si apprende, sarebbe stato a Villa San Martino, per un saluto al Cav in un clima, viene riferito, cordiale.

Ore 17.23. Alle 23 di domenica sera l'affluenza definitiva alla Camera è stata del 72,92% degli aventi diritto. I dati riguardano 7.958 Comuni. Nel 2013 l'affluenza era stata del 75,24%

Ore 17.04. Riunione "fiume" al Nazareno. Matteo Renzi è chiuso nel suo ufficio insieme ai suoi fedelissimi, tra i quali Maurizio Martina e Lorenzo Guerini, per decidere la strategia da seguire. Potrebbe quindi slittare il suo intervento previsto per le 17.

Ore 16.45. Secondo la terza proiezione del Consorzio Opinio Italia per Rai vede Nicola Zingaretti (Centro-sinistra) al 33,2%, segue Roberta Lombardi (M5S) al 29,5% e Stefano Parisi (Centrodestra) è al 29%. Fanalino di coda Sergio Pirozzi al 4,3%.

Ore 16.37. "Grazie ai milanesi che mi hanno adottato dandomi fiducia mentre in Italia montava la Grande Protesta di M5s e Lega. Grazie anche al mio Friuli. Porterò sempre con me il suo affetto e la sua gente". Così in un tweet Tommaso Cerno, giornalista e candidato del Pd al Senato nel collegio Milano 01, dove si è affermato con il 41,25% dei consensi. 

Ore 16.34 Dopo le prime 100 sezioni scrutinate su 9.227 per le elezioni regionali in Lombardia, Attilio Fontana (centrodestra) è al 54,8%, Giorgio Gori (centrosinistra) è fermo al 24,8%. Per Dario Violi (M5S) il 16,9% e Onorio Rosati (LeU) non va oltre l'1,7%. 

Ore 16.23. "I cittadini hanno scelto il cambiamento. Dopo Roma un'Italia a 5 Stelle". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi postando su Twitter una foto che la ritrae insieme a Luigi Di Maio.

Ore 16.16. Silvio Berlusconi "sta bene è consapevole del centrodestra vincente, è un po' amareggiato per l'inversione dei pesi tra Lega e Forza Italia, ma anche questo fa parte delle regole del gioco". Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, intervistato a La7. "Il presidente Mattarella che è un fine costituzionalista e sa le regole del gioco - aggiunge - darà alla coalizione maggioritaria l'incarico di esplorare se ha la maggioranza" per governare.

Ore 16.04. Nella terza proiezione, fornita dalla Rai per quanto riguarda le elezioni regionali in Lombardia, con un copertura del 38% dei seggi, il candidato leghista Attilio Fontana è in grande vantaggio con il 42,3% dei voti. A seguire Giorgio Gori, sindaco di Bergamo in quota Pd, con il 32,6%, e Dario Violi del M5S con il 19,7%. Chiude il LeU Onorio Rosati con il 2,2%. 

Ore 16.00. Alle 23 di doemnica sera l'affluenza definitiva al Senato è stata del 72,99% degli aventi diritto. I dati riguardano 7.958 Comuni. Nella scorsa tornata elettorale, nel 2013, aveva votato il 75,26% degli aventi diritto. 

Ore 15.55. La candidata ministro degli Interni del M5S Paola Giannetakis non è stata eletta nel collegio uninominale della Camera a Perugia-Trasimeno in Umbria. La candidata è arrivata terza dopo Emanuele Prisco (Centrodestra Fdi 35,38%) e il segretario regionale del Pd Giacomo Leonelli (centrosinistra 30,25%). Giannetakis non è stata candidata nel listino proporzionale.

Ore 15.45. Secondo la seconda proiezione del Consorzio Opinio Italia per Rai vede Nicola Zingaretti (Centro-sinistra) al 34,4%, segue Roberta Lombardi (M5S) al 31,9 e Stefano Parisi (Centrodestra) è al 26,8. Fanalino di coda Sergio Pirozzi al 4,8%.

Ore 15.43. Quando è quasi terminato lo spoglio dei voti al Senato (60.767 su 61.401 sezioni, con 89 collegi uninominali chiusi su 115), il Movimento 5 stelle risulta al 32%, confermandosi primo partito in Italia. La Lega sale al 17,75%, sopra Forza Italia, ferma al 14,47 per cento. Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni è al 4,26% mentre Noi con l'Italia-Udc all'1,19%. Complessivamente, il centrodestra ha al Senato il 37,52%. La crisi del Pd si conferma con un crollo al 19,16%.+Europa di Emma Bonino è al 2,37%, Italia Europa Insieme allo 0,54%, la lista Civica Popolare della Lorenzin lo 0,52% e Svp-Patt lo 0,43%. Complessivamente, il centrosinistra è al 23,01%.Liberi e Uguali è al 3,26% mentre Potere al Popolo supera appena la soglia dell'1%. Sotto l'1% l'estrema destra di Casapound e Forza Nuova. 

Ore 15.32.  Vincenzo Spadafora, ex presidente di Unicef Italia e braccio destro di Luigi Di Maio è stato eletto alla Camera con 88.093 preferenze pari al 59,40% dei voti ottenuti in Campania nel collegio di Casoria (Napoli). "Emozione pura! Intanto i numeri, poi mi riprendo e scrivo qualcosa che abbia senso", ha dichiarato su Facebook. 

Ore 15.28. "Ho chiamato Matteo per fargli i miei complimenti, ci vedremo nei prossimi giorni". Così Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, in conferenza stampa nella sede del partito dopo le elezioni. 

Ore 15.20. Secondo la Prima proiezione Consorzio Opinio Italia per Rai vede Nicola Zingaretti (Centro-sinistra) al 34,4%, segue Roberta Lombardi (M5S) al 32 e Stefano Parisi (Centrodestra) è al 27%. Fanalino di coda Sergio Pirozzi al 4,7 %.

Ore 15.04. Nelle prima proiezioni fornite dalla Rai per quanto riguiarda le elezioni regionali in Lombardia, il candidato leghista Attilio Fontana sarebbe in vantaggio con il 39,1% dei voti. A seguire, Giorgio Gori, sindaco di Bergamo in quota Pd, con il 34,3%. Il coda il Cinque stelle Dario Violi con il 21,4% e, staccatissimo, il LeU Onorio Rosati con il 3,2%. Il campione è del 5% e ha un margine di errore del 4%.

Ore 15. E' iniziato da pochi minuti lo scrutinio nelle 9.227 sezioni della Lombardia per le elezioni regionali. Attilio Fontana (centrodestra) attende i risultati nella sede della Lega in via Bellerio, a Milano. In corsa per la successione a Roberto Maroni ci sono anche Giorgio Gori (centrosinistra), Dario Violi (M5S), Onorio Rosati (LeU), Massimo Gatti (Sinistra per la Lombardia), Angela De Rosa (CasaPound) e Giulio Arrighini (Grande Nord).

Ore 14.54. Si è aperto lo spoglio per le elezioni a presidente ddella Regione Lazio e della Lombardia.

Ore 14.46.  "Noi non facciamo una questione di persone, non abbiamo fattori personali contro qualcuno. La nostra coerenza è quella di vedere le pèolitiche del Pd e ciu riserviamo di valutare qualsiasdi confronto in ogni campo, è il Parlamento il luogo in cui avvengono i confronti". Lo ha detto il leader di LeU Pietro Grasso nel corso di una conferenza stampa. "Noi siamo una forza limitata, ma disponibili a tutti i confronti in Parlamento, nel luogo che è deputato al confronto", ha aggiunto.

Ore 14.22. Anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi, è arrivata da circa 20 minuti al quartier generale del Movimento 5 Stelle a Roma all'Hotel Parco dei Principi. La prima cittadina capitolina si trova ora insieme ai vertici del Movimento. 

Ore 13.35.  "Non commento". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, alla domanda sulle voci di dimissioni di Matteo Renzi.

Ore 13.12. La Procura di Roma ha avviato un'indagine in relazione a presunti brogli avvenuti nel voto in Canada. Il procedimento, coordinato dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, è al momento senza ipotesi di reato. Non è escluso che nel fascicolo entrino segnalazioni arrivate da altre sedi diplomatiche su presunte irregolarità. 

Ore 12.56. "Oggi inizia la Terza Repubblica, quella dei cittadini". Lo dice il capo politico del M5S, Luigi Di Maio, in conferenza stampa a Roma.

Ore 12.53. "Siamo aperti al confronto con tutte le forze politiche a partire dall'individuazione delle figure di garanzia che dovranno guidare le due Camere e soprattutto per i temi che dovranno riguardare la legislatura". Lo dice il capo politico del M5S, Luigi Di Maio, in conferenza stampa a Roma.

Ore 12.47.  "Per il M5S queste elezioni sono state un trionfo, siamo i vincitori assoluti con molti punti di distanza". Lo dice il capo politico del M5S, Luigi Di Maio, in conferenza stampa a Roma. "Grazie agli 11 milioni di italiani circa che ci hanno dato fiducia". 

Ore 12.22. "Gli accordi tra amici sono chiari e si mantengono e quindi è quello che faremo". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, dalla sede del partito in via Bellerio, parlando di Berlusconi. 

Ore 12.21. La notizia delle dimissioni di Matteo Renzi da segretario Pd, appresa da diverse fonti dem, non viene confermata dal portavoce del leader di partito. "A noi non risulta", dice Marco Agnoletti.

Ore 12.12. Matteo Renzi, secondo quanto si apprende da fonti dello stato maggiore dem, avrebbe deciso di dimettersi da segretario del Pd. Il suo intervento al Nazareno è atteso per il pomeriggio. 

Ore 11.57. "Quello che stiamo vivendo in queste ore è un'emozione indescrivibile. Ci vediamo più tardi in diretta per gli aggiornamenti!". Lo scrive su Facebook Luigi Di Maio mentre posta una foto dove abbraccia Beppe Grillo all'Hotel Parco dei Principi di Roma.

Ore 11.48.  "No, come lo devo dire?". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, dalla sede del partito in via Bellerio, esclude categoricamente un'apertura ai 5 Stelle. "M5s ha cambiato idea troppe volte su troppi temi", ha aggiunto. 

Ore 11. 29. "Mantengo la parola data, l'impegno preso riguarda una coalizione di centrodestra, con cui abbiamo il diritto e dovere di governare nei prossimi anni". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, dalla sede del partito in via Bellerio. "Non siamo usi a cambiare idea ogni quarto d'ora come qualcun altro", ha aggiunto. 

Ore 11.26. Emma Bonino di +Europa, candidata per l'intera coalizione del centrosinistra nel collegio uninominale del Senato di Roma Gianicolense, ha vinto con il 38,91% dei voti (il dato non è definitivo: le sezioni scrutinate, al momento, sono 537 su 552). Segue il candidato del centrodestra Federico Iadicicco con il 32,09%). Terzo l'esponente dei 5 Stelle, Claudio Consolo (18,81%).

Ore 11.24.  "La Lega è cresciuta più di tutti, più dei 5 Stelle, che sono primi, e quindi complimenti, il voto va accettato per quello che è, ma la Lega è cresciuta di più". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, dalla sede del partito in via Bellerio. 

Ore 11.20. "Se sono contento? Sono anziano, devo capire ancora". Così Beppe Grillo intercettato dai cronisti all'Hotel Parco dei Principi di Roma, mentre si recava in una zona riservata agli esponenti del Movimento 5 Stelle.

Ore 11.04. Il segretario della Lega, Matteo Salvini, è arrivato nella sede del partito di via Bellerio a Milano. A breve è attesa una conferenza stampa, fissata per le 11 e lievemente ritardata. Decine i giornalisti, fotografi e operatori, italiani ed esteri, presenti. 

Ore 11.01. "Ringraziamo tutti quelli che ci hanno sostenuto e ci sono stati vicini". Questo il primo commento su facebook del capo politico del M5S, Luigi Di Maio. La sua conferenza stampa all'Hotel Parco dei Principi di Roma è attesa attorno all'ora di pranzo. 

Ore 10.27. Anche Davide Casaleggio e' arrivato all'Hotel Parco dei Principi di Roma quartier generale del M5S nessun commento ai cronisti che hanno provato ad avvicinarlo ma un comprensibile sorriso sul volto. 

Ore 10.12. Beppe Grillo è arrivato al quartier generale del M5S a Roma. Non si esclude che, visto il risultato elettorale, possa fare nel corso della giornata dichiarazioni alla stampa.

Ore 10.11. Il ministro Pier Carlo Padoan, candidato del Pd alla Camera nel collegio uninominale 12-Siena, ha vinto col 36,17% dei voti. Secondo il candidato della Lega nord Claudio Borghi, anche responsabile economico del partito, col 32,27% dei voti. Terzo Leonardo Franci, M5S, con 22,39%. 

Ore 09.42. In questa elezioni che ha bastonato anche e soprattutto elementi del governo, il premier Paolo Gentiloni è uno dei pochi ad aver fatto incetta di voti. Nel collegio uninominale alla Camera di Roma Centro, il capo del governo si avvia verso una vittoria piena. Quando sono state scrutinate 205 sezioni su 2018 Gentiloni si attesta il 41,9% dei consensi vincendo sul candidato del centrodestra Luciano Ciocchetti, fermo al 30,9. Angiolino Cirulli del Movimento cinque stelle è al 16,7%.

Ore 09.36. Maria Elena Boschi vince nel collegio uninominale di Bolzano. All'appello manca solo una sezione su 143 (tutte le altre sono già state scrutinate), e la sottosegretaria uscente ha raccolto il 41% dei voti. Gran parte di questi consensi (37.261, finora) si devono all'Svp (che ne ha portati 21.659, pari al 24,72% del totale). Il Pd ne ha raccolti 11.521, equivalenti al 13,14%. Si classifica seconda la candidata del centrodestra, Michaela Biancofiore, con 22.852 voti (25,15%), seguita da Filomena Nuzzo del M5S con 18.736 voti, pari al 20,6% circa.

Ore 09.29. Dopo un avvio in calo di circa il 2%, Piazza Affari recupera terreno e alle 9:24 il Ftse Mib cede solo lo 0,53% a 21.780 punti. Dalle elezioni politiche emerge uno scenario molto incerto con nessuna coalizione che ha i numeri per governare.

Ore 09.25. Dario Franceschini, ministro della Cultura uscente e figura di spicco del Pd, finisce secondo nel suo collegio uninominale di Ferrara. Con 328 sezioni chiuse su 330, la vincitrice è infatti Maura Tomasi del centrodestra, che sfiora il 39,7% dei voti. Franceschini ha raccolto invece il 29,1%. Unica consolazione, forse, è di aver preso più del candidato pentastellato Marco Falciano, che si aggira attorno al 24,7%. Il ministro è anche capolista per un collegio plurinominale nella sua regione, quindi siederà comunque nei banchi di Montecitorio.

Ore 09.25. L'uomo della sicurezza del Pd ha registrato una grande debacle. Marco Minniti, ministro dell'Interno, ha avuto la peggio nel collegio uninominale di Pesaro per la Camera. Il capo del Viminale è arrivato terzo con il 27.89%. A scrutinio quasi completato (260 sezioni su 268) vince Andrea Cecconi, del Movimento Cinque Stelle che ha preso il 34,8% dei voti. Seconda, con il 31,5% Anna Meria Renzoni Bezziccheri del centrodestra. L'uomo dei Cinque Stelle è di quelli coinvolti nello scandaldo di 'rimborsopoli', che deferito dai probiviri, si è impegnato a lasciare il seggio. Per Minniti, la beffa è davvero atroce: battuto da una sorta di non-candidato. 

Ore 09.23. "La spettacolare ascesa e l'arrivo in cima alla coalizione della Lega guidata dal nostro alleato e amico Matteo Salvini è una nuova tappa del risveglio dei popoli! Congratulazioni!". Lo scrive su Twitter la leader di Front National Marine Le Pen commentando il risultato della Lega Nord alle elezioni politiche. 

Ore 09.20. A tre quarti dello scrutinio - scrutinate 219 sezioni su 293 - il ministro uscente dell'Economia Pier Carlo Padoan (Pd) ha la meglio nel collegio di Siena sull'economista della Lega, Claudio Borghi, che ha il sostegno del centrodestra. Padoan si attesta al 35,5% contro Borghi al 33,3%, mentre Leonardo Franci del M5S è al terzo posto con il 22,1%.

Ore 09.19. Grazie all'alleanza con la Svp la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi si appresta a ottenere la vittoria in queste elezioni politiche del 2018 nel collegio uninominale per la Camera a Bolzano.Quanto sono state scrutinate 41 sezioni su 143, Boschi è al 45,20% contro il 23,66% di Michaela Biancofiore del centrodestra. Cruciale l'asse con l'Svp-Patt, che ha ottenuto il 34,31% dei voti, mentre il Pd è rimasto fermo al 9,33%

Ore 09.10. Fitte vendite in avvio di giornata a Piazza Affari dopo l'esito delle elezioni politiche che prospetta una scenario di forte rischio di ingovernabilità. Dopo i primi cambi l'indice Ftse Mib cede l'1,83% a quota 21.510 punti. Tra i titoli maggiormente penalizzati ci sono le banche con Ubi banca che cede oltre il 3,7%, -2% per Intesa Sanpaolo e Unicredit. Tonfo del 4% per Mediaset. Tra i pochi segni più spicca Luxottica (+0,3%). 

Ore 08.36 "Rimboccarsi le maniche e ripartire. Senza rese dei conti ma cercando di capire insieme gli errori fatti. Io intanto oggi torno al ministero a lavorare. Le crisi non vanno in vacanza". Lo scrive su Twitter il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, in un primo commento dopo il voto.

Ore 08.02 Alle 23 in Lombardia ha votato il 73,07% degli aventi diritto per le elezioni regionali. Sono definitivi i dati relativi a 1.516 Comuni. Lo rende noto il Viminale. Nella scorsa tornata elettorale, nel 2013, aveva votato il 76,77% degli aventi diritto. 

Ore 06.04 M5S al 30,78%, Pd al 19,8% e Lega al 18,75%. Sono questi i primi tre partiti quando sono state scrutinate più di metà delle sezioni alla Camera. Secondo i dati del Viminale la prima coalizione rimane il centrodestra con il 36,7%, pentastellati al 31% e centrosinistra al 24,25%.

LO SPOGLIO IN DIRETTA: CAMERA UNINOMINALE

Ore 05.52 Alle 23 l'affluenza ai seggi per le elezioni regionali della Lombardia è stata del 73,14% degli aventi diritto, quando sono pervenuti 1.515 comuni su 1.516. E' quanto emerge dai dati del Viminale. Nel 2013 era stata del 76,86%

Ore 05.45 Quando sono state scrutinate oltre 41mila sezioni su 61.401 al Senato il centrodestra comanda con il 37,39%, seguito dal M5S al 31.3%. Il centrosinistra è fermo sotto al 24% (23,85%) con il Pd al 19,78%.

Ore 05.30  Secondo le ultime proiezioni Rai per la Camera con la copertura del campione al 46% il M5S si attesta tra i 230 e i 240 seggi, Lega tra 115 e 123 e Pd tra 104 e 10. Forza Italia oscilla tra 99 e 105 seggi, Fdi 24-32 e Leu tra 11 e 19. La lista Lorenzin potrebbe aggiudicarsi tra 1 e 3 seggi.

Ore 05.12 - Le proiezioni delle coalizioni della Camera, su una copertura campione del 46%, danno il centrodestra al 36%, il M5s al 32,9%, il centrosinistra al 23%.

Ore 04.53 Secondo la quarta proiezione Swg per La7 alla Camera il M5S si conferma al 32,5%, mentre il Pd scende sotto al 19%(18,7). La Lega al 17,5% allunga su Forza Italia, ferma al 14,2%. Fdi al 4,4%, LeU è al 3,2%.

Ore 04.35.  Anche Nigel Farage, eurodeputato, fino al 2016 leader dello Ukip (Uk Indipendence Party), si è complimentato con il Movimento 5 Stelle per i risultati ottenuti alle elezioni: "Congratulazioni ai miei colleghi nel Parlamento europeo @Mo5Stelle per essere in cima ai sondaggi stasera", si legge in un tweet. Da Farage anche un like per il filmato in cui il candidato premier Luigi Di Maio festeggia l'esito della seconda proiezione.

Ore 04.23   Le proiezioni delle coalizioni della Camera, su una copertura campione del 46%, danno il centrodestra al 36%, il M5s al 32,9%, il centrosinistra al 23%.

Ore 03.58  Secondo l'ultima proiezione alla Camera per Swg per La7 al Nord il centrodestra sarebbe al 43%, mentre al Sud è in vantaggio il M5S con il 47,3%. Al centro ancora in vantaggio la coalizione Fi-Lega-Nci-Fdi con il 32,7%, con il centrosinistra al 29,7%.

Ore 03.53  A un terzo delle sezioni scrutinate alla Camera (22.700 su 61.401), la coalizione di centrodestra è avanti a tutti. Per Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia e Noi con l'Italia la parcentuale è del 37,24%, mentre il M5s è a 30,92%. Il centrosinistra si attesta intorno al 24,31%, mentre LeU è al 3,41%.

Ore 3.42. Ed ecco la proiezione (Opinio per Rai) dei seggi che ciascuna coalizione potrebbe raggiungere alla Camera. Il centrodestra è accreditato di 248-268 seggi, il M5s di 216-236 seggi, il centrosinistra di 107-127 seggi. Chiaramente, nessuna maggioranza autonoma è possibile. Lo sono, invece, sia un governo di unità nazionale (ovviamente), sia un'alleanza tra qualunque delle due coalizione. Il M5S potrebbe fare il governo sia alleandosi col centrrodestra che col centrosinistra e lo stesso potrebbero fare la coalizione di Salvini unendo le forze con quella di Renzi.

Ore 03.37. Ecco la proiezione (Opinio per Rai) dei seggi alla Camera. La copertura del campione è del 33%, quindi abbastanza attendibile: il M5S avrebbe tra i 216 e i 236 seggi, la Lega 122-132, il Pd 103-113. Per Forza Italia si oscilla tra 94 e 104, Fdi 24-34, LeU 11-21. Svp 3-5. Nci 2-4, Lorenzin 2-4, +Europa 0-2. La copertura del campione è del 33%.

Ore 3.21. Centrodestra al 36,4%, M5s al 32,4%, centrosinistra al 22,9, Liberi e Uguali al 3,6 per cento: queste le terze  proiezioni della Rai per le coalizioni alla Camera con una copertura del 27%.

Ore 03.15.  Ecco la terza proiezione Rai delle principali liste per la Camera, su una base campione del 27%, vedono il M5s al 32,4%, il Pd al 19%, la Lega al 17,7, Forza Italia al 13,5. Fratelli d'Italia si attesta al 4,1%, mentre LeU è al 3,6 e +Europa al 2,5%.

LO SPOGLIO IN DIRETTA: SENATO UNINOMINALE

Ore 02.40 Ecco la quinta proiezione Opinio per Rai sui partiti alla Camera (copertura del 15%): M5S 32,5%, Pd 19%, Lega 17,7%, Forza Italia 13,3%, Fratelli d'Italia 4%, Leu 3,8%, +Europa con Bonino 2,6%, Noi con l'Italia-Udc 1,2%, Civica Lorenzin 0,5%, Insieme 0,5%, Svp 0,4%

Ore 2.32. Ecco la quinta proiezione Opinio per Rai sulle coalizioni alla Camera: Centrodestra: 36,2%, M5S 32,5%, Centrosinistra 23%, Leu 3,8, altri 4,5%

Ore 02.29 . Un tweet per dire "grazie" e poi la parola lasciata ai vicesegretari Giancarlo Giorgetti e Lorenzo Fontana, che hanno parlato in due distinti momenti nell'affollatissima sala stampa di via Bellerio, sede della Lega, a Milano. Salvini - fa sapere lo staff - incontrerà i giornalisti alle 11 per analizzare l'esito del voto di questa tornata elettorale sempre in via Bellerio.

Ore 02.25.  Secondo la quinta proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai, al Senato il M5S ha 102-122 seggi, Lega 52-62 seggi: la copertura del campione è del 38%. Fi 46-56 seggi, Pd 42-54 seggi. Fdi 19-29. LeU 6-10. Svp 2-4, Nci 1-3, +Europa 0-2, Lorenzin 0-2. Insieme 0-2.. Il centrodestra può arrivare da 118 a 150 seggi. Comunque insufficienti: la maggioranza al Senato è di 158, ma ce ne vogliono più di 160 per governare

Ore 02.03. L'affluenza, in 7.836 su 7.958 Comuni, è al 72,93%.

Ore 02.00. Secondo la prima proiezione Rai con una copertura dell'8% alla Camera M5s è al 32,5%, Pd al 19,1, Lega al 17 e Fi al 13,9. LeU al 3,9%, Fdi al 3,7%, +Europa al 2,5, Nci all'1,4, Civica popolare allo 0,5, Insieme allo 0,5, Svp allo 0,3%. 

Ore 01.58. Centrodestra al 36%, M5s al 32,5%, centrosinistra al 22,9. E' quanto emerge dalle proiezioni di Opinio Italia per Rai relative alla Camera con una copertura del 8%. Leu si ferma al 3,9%. 

Ore 01.50. "Un risultato al di sotto delle aspettative, aspettiamo i risultati di lunedì per fare le nostre valutazioni". Così Nico Stumpo, esponente di LeU, commenta ai microfoni tv i risultati elettorali. 

Ore 01.49. M5S al 32,5%,Pd al 19,2% e Lega al 16,2%(in crescita rispetto alla terza proiezione). E' questa la quarta proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai per il Senato: la copertura del campione è del 32%, margine di errore del 2,8%. Fi sarebbe al 14%, Fdi al 4,1, LeU al 3,5. +Europa è al 2,3, Nci all'1,2%. Lorenzin e Insieme allo 0,6%. Svp allo 0,4%, altre liste al 5,4%.

Ore 01.41. "Un risultato eccezionale, siamo al 32,5% al Senato, un dato che verrà migliorato alla Camera. Siamo felicissimi, aspettiamo di confermare il trend. Il M5S raggiunge percentuali incredibili, aspettiamo i risultati finali per ulteriori dichiarazioni. Permetteteci di gioire questa sera, siamo gli unici ad aver corso da soli". Così la senatrice Paola Taverna ai microfoni di Porta a Porta su Rai1. Per raggiungere la maggioranza assoluta come farete? "Faccia questa domanda a Luigi Di Maio", ha replicato Taverna a Vespa.

Ore 01.35. "Mentre lo spoglio comincia, vogliamo ringraziare tutti i militanti, i volontari, i rappresentanti di lista, chi ha fatto campagna elettorale e chi farà la notte ai seggi. La grande generosità e passione del nostro popolo è la prima forza che anima e animerà ogni nostra battaglia". E' quanto scriveva il Pd sul suo profilo twitter poco dopo la chiusura delle urne. 

Ore 01.27. E' possibile un'alleanza Lega-M5S? "Assolutamente no perché l'alleanza del centrodestra non solo è solida, ma è l'alleanza della Lombardia, della Ligura, di decine di città". Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, su SkyTg24 rispetto all'alleanza con la Lega.

Ore 01.23. Centrodestra al 35,6%, M5S al 32,5%, centrosinistra al 23%. E' questa la terza proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai per il Senato: la copertura è del campione è del 23%. LeU si attesta al 3,5%, altre liste al 5,4%. 

Ore 01. 21. Secondo le proiezioni del consorzio Opinio per la Rai fatti su una copertura campione del 23%, al Senato il centrodestra è al 35,6%, M5S al 32,5%, il centrosinistra al 23%, Liberi e Uguali al 3,5%, il resto al 5,4%.

Ore 0.1.21. M5S al 32,5%,(in salita rispetto alla seconda) Pd al 19% e Lega al 15.8%. E' questa la terza proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai per il Senato: la copertura del campione è del 23%, margine di errore del 3,2%. Fi sarebbe al 14,5%, Fdi al 4,1, LeU al 3,5. +Europa è al 2,2, Nci all'1,2%. Lorenzin e Insieme allo 0,7%. Svp allo 0,4%, altre liste al 5,4%.

Ore 01.17. "Posto che noi abbiamo perso le elezioni, non ci sono tanti giri di parole, noi ci auguriamo che il governo faccia le cose migliori possibili". Così il capogruppo dei deputati Pd Rosato a Porta a Porta su Rai1.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata