Firenze, Salvini aggredito: strappati camicia e rosario
Firenze, Salvini aggredito: strappati camicia e rosario

Una ragazza contro il leader del Carroccio a Pontassieve: "Tutto bene tranquilli, nessun problema fisico"  

Il leader della Lega Matteo Salvini è stato aggredito durante un comizio a Pontassieve, in provincia di Firenze, da una giovane militante antifascista che gli ha strappato di dosso camicia e rosario. Dopo l'accaduto il messaggio rassicurante su Twitter del leader del Carroccio: "Tutto bene tranquilli, nessun problema fisico. La camicia strappata la posso ricomprare, il Rosario strappato con violenza dal collo che mi aveva donato un Parroco purtroppo no. A questa rabbia rispondo col sorriso e col lavoro". Poi Salvini aggiunge: "Evviva l'Italia delle donne e degli uomini che credono nella libertà, nella serenità e nel lavoro. P.S. Per la 'signora' che mi ha aggredito e insultato non provo rabbia, solo pena e tristezza. Avanti, senza paura e a testa alta".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata