Torino, tra gli elettori delle primarie Pd

Economia, lavoro, diritti civili. Sono questi i temi centrali su cui deve focalizzare la propria attenzione il Partito Democratico per provare a creare una seria alternativa a questo esecutivo. Almeno è quello che pensano gli elettori torinesi che, domenica 3 marzo, si sono riversati nei seggi per eleggere il nuovo segretario del principale partito di centrosinistra. “L’importante è creare un’alternativa all'attuale governo, che è il peggiore che riesco a ricordarmi” dice una signora; le fa eco un altro iscritto al PD che fotografa così la situazione attuale: “Siamo consapevoli che in questo momento il centrodestra è più forte di noi e che ci vorranno almeno un paio d’anni perché il centrosinistra sia in condizioni di lottare ad armi pari per tornare al governo”.