Torino, morto nella notte l'ex sindaco Giovanni Porcellana

Torino, 19 set. (LaPresse) - E' morto a 83 anni l'ex sindaco di Torino, Giovanni Porcellana. L'ex primo cittadino si è spento questa notte nella sua casa nei pressi di piazza Crimea. Fu sindaco di Torino dal 1970 al 1973 a capo di una coalizione di centrosinistra. Era presidente della fondazione Carlo Donat Cattin. Porcellana era nato a Portacomaro in provincia di Asti il 9 novembre 1928. Laureato in ingegneria, era sposato con la signora Silvia aveva tre figli (Vittoria, Maria e Aldo). La sua carriera politica è legata indissolubilmente al comune di Torino dove entrò giovanissimo nel 1960 e vi rimase fino al 2001 ricoprendo moltissimi ruoli. Fu deputato nel VII e VIII legislatura dal 1976 al 1983 nel gruppo della Democrazia Cristiana. Fece parte delle commissioni: lavori pubblici, questioni regionali, e trasporti. Porcellana insieme a Carlo Donat Cattin e Giampaolo Brizio fu tra i principali esponenti della corrente interna di sinistra della Dc 'Forze nuove'. Dopo una parentesi come consigliere comunale a Moncalieri dal 1993 al 1997, nel quadriennio successivo tornò a Palazzo di città dove insieme a Marco Borgione diede vita al gruppo del Partito Popolare italiano. Fu il suo ultimo incarico politico, ma la statura morale e il profondo radicamento nel tessuto cittadino ne fecero sempre un riferimento. Celebri le sue passeggiate in centro città quando veniva salutato da decine di persone, che ne ritardavano il rientro a casa anche di alcune ore, ricorda chi con lui camminava per il centro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata