Torino, Fassino: Al ballottaggio mi rivolgo a tutti, anche a M5S
"Un conto è votare per i Cinquestelle al primo turno e un conto è votare quando si deve scegliere sindaco"

"Mi rivolgerò a tutti i cittadini torinesi perché, come è noto, il ballottaggio è un voto diverso. C'è un'ampia fetta di elettorato che è libera. Mi rivolgerò sia a tutti quelli che mi hanno già votato per chiedere di riconfermare la loro scelta, sia a tutti gli altri e a quelli del M5S. Un conto è votare per i Cinquestelle al primo turno e un conto è votare quando si deve scegliere sindaco". Lo ha detto il sindaco uscente di Torino e candidato per un secondo mandato, Piero Fassino, ai microfoni di SkyTg24. Fassino ha ottenuto il 41,9% e andrà al ballottaggio con Chiara Appendino (M5S) che ha ottenuto il 30,9%. Il sindaco uscente ha ribadito: "Il clima e il contesto non consentono operazioni politicistiche, quindi mi rivolgerò a tutti i cittadini di Torino".

I RISULTATI DEL PRIMO TURNO Pd avanti a Torino e fuori a Napoli. Sfida Parisi-Sala, Giachetti al ballottaggio

BOTTINO MINIMO PER AIRAUDO. "Separati dalla sinistra? Non siamo noi ad averlo scelto. Io avevo chiesto di andare uniti al voto. Mi pare che Giorgio Airaudo (il candidato appoggiato da Sinistra-Torino in Comune che ha ottenuto il 3,70%, ndr) abbia raccolto un bottino assolutamente minimo". Fassino ha aggiunto: "C'è la forza per presentarci al ballottaggio con fiducia. Chiediamo un voto che non interrompa trasformazione cambiamento di questa città". 
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata