Torino, contestato Schulz da Fratelli d'Italia davanti palazzo Madama

Torino, 21 mar. (La Presse) - Il presidente del parlamento europeo Martin Schulz è stato contestato al suo arrivo a Palazzo Madama a Torino da un gruppo di una trentina di esponenti di Fratelli d'Italia. il presidente stava entrando al convegno 'Il razzismo in Europa e in Italia' quando, in piazza Castello, è stato accolto dai manifestanti che hanno gridato "Fuori da Torino i servi di Berlino". Il gruppo ha poi esibito uno striscione con scritto "Casa e lavoro discriminati sono gli italiani!". Sono stati accesi fumogeni verdi, rossi e bianchi e sono state sventolate bandiere tricolore. Sul posto c'è la digos.

"A Cecile Kyenge - dichiara Maurizio Marrone, portavoce torinese di Fratelli d'Italia - fortunatamente silurata dal governo, e al leader socialista Schulz vogliamo dire che in Italia, ed in particolare in Piemonte e a Torino, sono gli Italiani ad essere discriminati dalle istituzioni, soprattutto in un welfare che privilegia gli stranieri". Marrone sostiene che nell'assegnazione delle case popolari gli "italiani vengono dopo gli stranieri".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata