Torino, consigliera M5S attacca i pro Tav: "Disperati e madamin da salotto"

La sindaca Appendino si dissocia: "Suo personale pensiero, ascolto e rispetto per i manifestanti"

Si fa sempre più acceso il dibattito sulla Tav in vista della manifestazione dei sostenitori prevista sabato 10 novembre a Torino. Per la consigliera comunale M5S, Viviana Ferrero, infatti, quella tra i due schieramenti contrapposti è una vera e propria "guerra". "Una guerra economica per i Si Tav - attacca su Facebook - dove si mettono capitali pubblici e ricavi privati. Il miglior business degli ultimi 25 anni. Non aspettiamoci tregue o cedimenti. Daranno battaglia... convincendo disperati, anziani disinformati, madamin salottiere, porteranno pullman di persone".

Combattere, secondo Ferrero, "non sarà facile, ma la Valle ha dimostrato che si può e si deve continuare a portare avanti la contrarietà alle imposizioni, alle scelte calate dall'alto, all'insostenibilità di grandi opere in tempi di necessità puntuali. Che il Bene Comune, è un bene che si raggiunge superando le clientele e i potentati di pochi. Siamo dei pazzi idealisti - continua nel post - e possiamo continuare ad esserlo se saremo tanti a dire la verità, a non avere paura di spiegare ragioni e contestare slogan".

Parole forti, che però non trovano sponda nella sindaca Chiara Appendino. "Il pensiero espresso su Facebook dalla consigliera Ferrero non rappresenta quello di questa Amministrazione, che ribadisce il rispetto e l'ascolto di quanti parteciperanno alla manifestazione di sabato e delle loro istanze", assicura la prima cittadina su Twitter.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata