Tlc, Antitrust a Governo e Camere: Via ostacoli sviluppo banda ultralarga

Milano, 8 lug. (LaPresse) - L'Autorità garante della concorrenza e del mercato "ha ritenuto di indirizzare" una segnalazione ai presidenti di Senato e Camera, Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico, al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e all'Anci (Associazione nazionale dei Comuni Italiani) riguardo allo sviluppo delle infrastrutture di telecomunicazione fissa e mobile a banda ultralarga, "in un'ottica di promozione degli investimenti e del rispetto di un corretto gioco concorrenziale".

Nella segnalazione dopo la riunione del 1° luglio scorso, l'Autorità ha rilevato che "le infrastrutture di telecomunicazioni, sia mobili che fisse, costituiscono elemento fondamentale per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale e la crescita economica, come dimostrato anche nel corso della recente emergenza sanitaria dall'accesso al lavoro ed all'istruzione a distanza". "Occorre quindi - segnala l'Antitrust - che le istituzioni pubbliche rimuovano gli ostacoli ingiustificati all'installazione ed all'esercizio di infrastrutture di telecomunicazioni, promuovendo l'utilizzo di servizi di comunicazione elettronica da parte dei cittadini e rilanciando gli investimenti privati e pubblici nelle suddette reti di comunicazione".

(Segue).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata