Terrorismo, Londra: WhatsApp sia accessibile ai servizi di intelligence
La ministra britannica Rudd chiede che la messaggistica "non sia luogo segreto per i terroristi"

La ministra britannica dell'Interno, Amber Rudd, si è detta favorevole al fatto che le agenzia di intelligence possano avere accesso alle piattaforme di messaggistica come WhatsApp nella lotta al terrorismo. In una dichiarazione alla Bbc, la ministra ha definito "totalmente inaccettabile" che i servizi di WhatsApp offrano un sistema cifrato che possa impedire agli 007 di conoscere i messaggi inviati da eventuali terroristi. Le dichiarazioni di Rudd sono arrivate dopo le rivelazioni secondo cui il terrorista dell'attentato di Londra, Khalid Masood, aveva utilizzato questa piattaforma poco prima di sferrare l'attacco sul ponte di Westminster, ma l'intelligence non hanno potuto scoprire con chi avesse comunicato. "È del tutto inaccettabile, non dovrebbe esistere un posto in cui i terroristi possano nascondersi. Dobbiamo essere sicuri che WhatsApp, e molte altre piattaforme di messaggistica, non facilitino un luogo segreto dove i terroristi comunichino tra loro", ha sottolineato Rudd. "Dobbiamo fare in modo - ha aggiunto - che i nostri servizi di intelligence possano avere la capacità di accedere" a WhatsApp.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata