Terremoto, tasse sospese per i comuni colpiti
Firmato dal ministro Padoan l'apposito decreto

Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha firmato il decreto di sospensione - a partire dal 24 agosto - dei versamenti delle imposte e gli adempimenti tributari per tutti i contribuenti (persone fisiche, imprenditori, persone giuridiche) che sono residenti o operano nei comuni colpiti dal terremoto che ha interessato il Centro Italia. La sospensione riguarda anche i versamenti e gli adempimenti derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e quelli conseguenti ad accertamenti esecutivi. Nel provvedimento vengono indicati i comuni delle Marche, dell'Abruzzo, del Lazio e dell'Umbria in cui si applica la misura. Il decreto è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Come prassi, il provvedimento prevede anche un termine per la ripresa dei versamenti (20 dicembre 2016).

Nelle Marche sono interessati dal provvedimento i Comuni di Acquasanta Terme (Ap), Arquata del Tronto (Ap), Montefortino (Fm), Montegallo (Ap), S. Montemonaco (Ap). In Abruzzo, il decreto si applica ai Comuni di Montereale (Aq), Capitignano (Aq),     Campotosto (AQ), Valle Castellana (Te), Rocca Santa Maria (Te); nel Lazio ad Accumoli (Ri), ad Amatrice (Ri), Cittareale (Ri) e, in Umbria, a Cascia (Pg), Monteleone di Spoleto (Pg), Norcia (Pg) e Preci (Pg).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata