Terremoto, Tajani: Farò di tutto perché da Commissione Ue arrivino subito fondi
Juncker promette: "L'Europa non lascerà sola l'Italia"

"Farò di tutto, credo col vostro pieno consenso, perché la Commissione europea possa erogare il fondo di solidarietà". Questo l'annuncio del neo presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, parlando all'aula dell'Eurocamera. "Il terremoto ha provocato una valanga e l'albergo è sotto la valanga. Ho parlato poco fa - ha aggiunto - col generale della guardia di finanza. L'ho ringraziato. Sei ore di marcia sono tante, speriamo che possano trovare i dispersi in vita".

LEGGI ANCHE Centro Italia in balia del sisma e della neve. Una slavina travolge un hotel in Abruzzo: almeno un morto, tra i dispersi anche due bimbi

"Ho appreso stamane con grande tristezza delle persone che hanno perso la vita in seguito alle ultime scosse di terremoto in Italia e che la situazione è ancora più complessa per le condizioni meteorologiche avverse nelle zone colpite", ha dichiarato inoltre il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, nel messaggio all'Italia dopo l'ultimo terremoto. "Ho chiesto al commissario responsabile per gli aiuti umanitari e la gestione delle crisi Christos Stylianides di stare in contatto permanente con le autorità italiane per attivare subito l'eventuale aiuto richiesto".

"Un terremoto in Italia è un terremoto nel cuore dell'Europa. L'Ue - ha proseguito - non lascerà sola l'Italia in questa tragedia ed è pronta a mobilitare tutti gli strumenti a disposizione". Il presidente della Commissione Ue ha espresso "le più sentite condoglianze e la nostra solidarietà al popolo italiano e alle autorità del paese a nome di tutta la Commissione europea".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata