Terremoto, governo: Paesi colpiti saranno ricostruiti come erano
L'annuncio del sottosegretario alla presidenza del Consiglio De Vincentis

"I centri colpiti dovranno essere ricostruiti come erano, più sicuri ma che mantengano intatte la tradizione, la cultura e le radici delle comunità locali. Per far questo  avremo bisogno di un percorso di scelte condivise con le realtà locali e le istituzioni locali". Questo l'annuncio del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Claudio De Vincentis, al termine della riunione a Palazzo Chigi tra il premier Matteo Renzi, il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, con i governatori delle regioni colpite dal sisma del 24 agosto.

Con la delibera firmata ieri dal Consiglio dei ministri per lo stato di emergenza "viene definito il modello operativo e ci struttureremo sul posto con una organizzazione che darà risposte tempestive ed efficienti. Alcune deroghe consentiranno la possibilità di operare in tempi brevi. Questo è l'inizio di un percorso di condivisione e lavoriamo sulle ordinanze successive", ha dichiarato inoltre Curcio.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata