Tensioni nel Pdl, si fa strada ipotesi governo tecnico

Roma, 14 set. (LaPresse) - Il ritorno del premier Silvio Berlusconi a Strasburgo sembra non aver calmato le tensioni all'interno del Pdl. A preoccupare nel partito sono soprattutto la crisi economica, l'ennesima necessaria fiducia sulla manovra e gli sviluppi sulle vicende giudiziarie che riguardano il Cavaliere. Voci di Transatlanico vogliono nel partito sempre più numerose le richieste di un governo tecnico.

Intanto per stasera alle 20, alle spalle l'incontro tra Berlusconi e il capo dello Stato Giorgio Napolitano e concluso il voto alla Camera sulla manovra, è convocata una riunione del Consiglio dei ministri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata