Teatro alla Scala, Salvini: "Soldi sauditi? Se fossero svizzeri non avremmo problemi"

"Io osservo che il sindaco di Milano ha diverse versioni a seconda dei giorni e mi auguro arrivi a un'unica versione. Se si può garantire il più grande teatro del mondo con forze interne, sono contento. Io non metto mano in altri cda, figuratevi se metto mano in quello della Scala. Preferirei che ci fosse una Scala libera e indipendente. Diciamo che gli svizzeri volessero investire nella Scala, non avremmo problemi". Lo ha detto il vicepremier e segretario della Lega, Matteo Salvini, al termine del Consiglio federale in via Bellerio, a Milano, rispondendo al sindaco Giuseppe Sala sulla polemica legata al possibile ingresso del governo saudita nel Cda della Scala.