Tav, Ue avverte: "Subito pubblicazione del bando o taglio di 300 milioni"

La dichiarazione del rappresentante della Commissione Europea intervenuto nel cda di telt

La "tempestiva pubblicazione dei bandi" per la Tav Torino Lione è "la condizione per la conferma dell'intera contribuzione di 813 milioni di euro". Lo ha detto il rappresentante della Commissione Europea, intervenuto oggi nel cda di Telt, che ha reso nota una comunicazione ufficiale di Inea (Innovation and Networks Executive Agency). In caso di ritardo nella pubblicazione dei bandi, "verrà applicata una riduzione di 300 milioni di euro"

Chiamparino - "Il governo Conte-Salvini-Di Maio chiede a Telt un altro rinvio dei bandi Tav già finanziati, vedremo quanto sarà effettivamente breve. Così, dalla disponibilità della Ue a finanziare al 50% l'intera opera, comprese le tratte nazionali, con significativi risparmi per gli italiani, si passa al rischio concreto di perdere i contributi già stanziati dall'Europa. E' il segno che in Italia sulla Tav il mondo va alla rovescia". Così il presidente del Piemonte, Sergio Chiamparino sulla Tav prendendo ad esempio "una recente analisi che svela il paradosso del professor Ponti, secondo cui se tutte le merci andassero sull'autostrada e le ferrovie chiudessero, per lo stato ci sarebbe il massimo dei vantaggi". Il governatore chiede al governo di fermare "la giostra elettorale sulla Tav e lasci andare avanti un'opera necessaria per la crescita, la sicurezza, l'ambiente. Sappiano che il Piemonte non si farà mettere in un angolo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata