Tav, Salvini media: "Valutiamo costi e benefici"
Dopo lo strappo nella maggioranza di governo sulla Tav, Matteo Salvini prova a mediare: "Bisogna valutare costi e benefici", ha dichiarato il ministro dell'Interno leghista che prima si era detto contrario alla stop ai lavori dell'Alta velocità Torino Lione, che il M5s vuole invece bloccare. Fonti di Palazzo Chigi hanno subito precisato che il dossier della Tav non è ancora giunto sul tavolo del premier Conte. Sulla vicenda interviene anche l'Europa. "E' un progetto importante ed è importante che tutte le parti mantengano gli impegni per completarla in tempo", avverte il portavoce della Commissione Ue. "Seguiamo la situazione, ma c'è tanta confusione", fa sapere la Francia