Tav, Salvini: "Devo leggere le carte ma resto convinto che si debba fare"

"Mi sono occupato di pastori, stanotte mi leggo la Tav. Chi l'ha letta mi dice che ci sono dei dati un po' strani e che ci confermano l'idea che sia meglio andare avanti". Così il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini, parlando della Tav mentre arrivava all'assemblea dei parlamentari della Lega alla Camera. "Se come mi dicono è visto come un danno che la gente consuma meno benzina e viaggia meno in autostrada perché va in treno. Per me quello è un beneficio", ha continuato Salvini che poi pressato dai giornalisti ha ammesso: "Continuo a essere convinto che si debba fare".