Tav, Ramella: Non è inutile, ma passeggeri non giustificano investimento

Roma, 13 feb. (LaPresse) - "È sbagliato dire che il progetto è inutile, perché ha dei benefici. Ma i passeggeri sono troppo pochi per giustificare questo investimento. Ci sono circa 600mila passeggeri sulla linea e rimangono lontani dal livello minimo". Lo ha detto il professore Francesco Ramella, in audizione alla Commissione Trasporti alla Camera sull'analisi costi-benefici per la realizzazione dell'asse ferroviario Torino-Lione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata