TAV, M5S: Priorità resta valutazione costi-benefici

Roma, 10 nov. (LaPresse) - "La priorità sulla Tav resta la valutazione dei costi e dei benefici. Come è scritto nero su bianco nel contratto di governo, va ridiscusso tutto integralmente analizzandone ogni aspetto. È molto semplice: se l'opera, al termine dell'analisi che il governo sta portando avanti, si rivelerà utile e non eccessivamente dispendiosa si farà altrimenti non ne varrà la pena, nell'interesse e per il benessere della collettività. Il resto sono polemiche inutili e lasciano il tempo che trovano, nessuno può decidere su un'opera tanto importante senza le valutazioni adeguate e chi pensava di farlo ha semplicemente sbagliato. Anche in Francia si stanno muovendo in questa direzione cercando dei margini di risparmio, c'è molto dibattito sull'opera e il presidente Macron non si è ancora pronunciato nettamente sulla questione". Così, in una nota, il senatore del MoVimento 5 Stelle Mauro Coltorti, presidente della commissione Lavori pubblici e comunicazione di Palazzo Madama.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata